Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Nomine

Agenda Digitale: l’erede di Piacentini è Luca Attias, l’innovatore “disubbidiente”

Il CIO della Corte dei Conti sostituisce Diego Piacentini, prossimo alla scadenza del mandato biennale. Attias negli ultimi anni si è evidenziato come uno dei principali divulgatori dei progressi e criticità della trasformazione digitale nella PA. «Esisteva solo una possibilità perchè io lasciassi il mio amato team alla Corte dei Conti e Piacentini lo sapeva bene»

31 Ott 2018

Redazione

Cambio al vertice al Team per la Trasformazione Digitale. Luca Attias, il CIO della Corte dei Conti, sostituirà alla guida Diego Piacentini, prossimo alla fine del mandato biennale, che aveva già nelle scorse settimane comunicato il suo ritorno negli Stati Uniti.

Attias negli ultimi anni si è evidenziato come uno dei principali promotori della trasformazione digitale nella Pubblica Amministrazione italiana, e come uno dei più efficaci divulgatori dei progressi e delle criticità di questo percorso, grazie a un mix vincente di competenza, passione, vision, e comunicativa semplice e diretta. Abbiamo parlato estesamente in questo articolo di un suo intervento al Forum PA 2018, intervento da cui emerge chiaramente la sua visione critica e illuminata dello stato e delle esigenze dell’innovazione nella PA.

Il Decreto di nomina di Attias a Commissario Straordinario per l’attuazione dell’Agenda Digitale, con validità fino al 15 settembre 2019, è in fase di registrazione presso la Corte dei Conti, ma sul sito del Team per la Trasformazione Digitale il nuovo Commissario si è già presentato: «Da anni mi spendo per aumentare la consapevolezza del nostro Paese sulla managerialità, la meritocrazia, la gestione delle risorse umane, la lotta alla corruzione e i rapporti di questi temi con l’IT, non riuscendo ad accettare perché nello sport e nell’arte hanno generalmente successo i migliori, mentre nella PA ciò avviene molto raramente». E ancora: «Esisteva solo una possibilità perchè io decidessi di lasciare il mio amato team di lavoro presso la Corte dei Conti e Diego Piacentini lo sapeva bene».

E Piacentini ha commentato: «Nel segno della continuità e senza colore politico, il team digitale prosegue il lavoro sotto la guida del mio successore e nuovo Commissario Straordinario nominato da Palazzo Chigi. Luca Attias viene dalla PA e l’ho fortemente apprezzato in questi due anni».

Unanimemente positivi i commenti provenienti dagli “addetti ai lavori” del mondo digitale. «La nomina, appena annunciata, di Luca Attias rappresenta un segnale importante anche per le Aziende che propongono soluzioni alla PA”, ha detto Andrea Rangone, Amministratore Delegato del Gruppo Digital360: «Luca si è contraddistinto negli anni per l’energia che ha sempre speso per la Digital Transformation, e da profondo conoscitore di organizzazione pubblica è garanzia assoluta di trasparenza ed integrità».

«Oggi, pur consapevole della difficoltà del compito, Luca ha deciso di raccogliere la sfida in continuità con quanto creato dal precedente Commissario Straordinario, conscio del fatto che molto è stato fatto, ma molto c’è ancora da fare – ha detto Gianni Dominici, Direttore Generale di FPA, società che da 30 anni organizza il Forum PA -. La nomina di Attias rappresenta una buona notizia per l’innovazione della PA. Perché in questi anni, da dirigente pubblico alla Corte dei Conti, è stato un ‘innovatore disubbidiente’, in grado di scardinare le procedure burocratiche e produrre realmente risultati, riuscendo a fare squadra con le persone che lo hanno affiancato. Le migliori premesse per la sfida di Commissario per l’Attuazione dell’Agenda Digitale. Il nostro ‘in bocca al lupo’ a Luca Attias, a cui va il sostegno di tutti gli innovatori della Pubblica Amministrazione».

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Agenda Digitale: l’erede di Piacentini è Luca Attias, l’innovatore “disubbidiente”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Google+

    Link

    Articolo 1 di 4