Parallels RAS: i vantaggi per le aziende con Virtual Desktop Infrastructure

Sponsored Story

Virtual Desktop Infrastructure: i tre vantaggi che fanno della VDI un successo aziendale

Consentire ai dipendenti di lavorare a distanza in modo sicuro è cruciale in questa fase di emergenza sanitaria. Tante organizzazioni hanno cambiato l’IT adottando soluzioni VDI come Parallels RAS

19 Ott 2020

Redazione

La possibilità di avere accesso remoto ad una rete interna aziendale non è una novità tecnologica, ma quest’anno è diventata prassi diffusa sotto la spinta dell’emergenza Covid-19 che ha portato molte organizzazioni a cambiare l’IT per permettere a dipendenti e collaboratori di continuare ad essere operativi in Smart Working. Le Virtual Desktop Infrastructure (VDI) sono ideali per un lavoro a distanza sicuro, comodo e flessibile. Soluzioni come Parallels Remote Application Server (RAS) offrono tre vantaggi decisivi rispetto alle classiche soluzioni VPN.

Gestione centralizzata dei dati e delle applicazioni

I reparti IT risparmiano molto tempo nella configurazione dell’accesso remoto. La gestione delle patch e degli aggiornamenti può essere controllata in modo semplice e uniforme, in modo che tutti i desktop virtuali siano sempre aggiornati.

I team IT possono anche testare applicazioni personalizzate sul server prima di distribuire il software a tutti gli utenti. Quando si utilizza la VPN, gli amministratori IT spesso hanno bisogno di configurare e aggiornare i computer individualmente e ciò rende l’amministrazione molto più dispendiosa in termini di tempo, soprattutto nel lungo termine.

VDI offre un’elevata sicurezza degli endpoint e dei dati

Le soluzioni VDI come Parallels RAS offrono il vantaggio di proteggere i dati fino al punto finale. Gli amministratori IT possono applicare rapidamente e facilmente patch alle vulnerabilità note. Possono anche impostare politiche precise per limitare l’accesso degli utenti, garantendo il giusto equilibrio tra facilità di accesso e protezione dei dati. Le soluzioni per desktop remoti consentono inoltre l’accesso sicuro con i più recenti protocolli di cifratura come SSL e FIPS 140-2, nonché misure di identificazione come l’autenticazione a più fattori (MFA), l’autenticazione con smart card o il single sign-on (SSO).

E poiché i dati aziendali non vengono scaricati negli endpoint locali, c’è una vulnerabilità in meno. Se un portatile viene smarrito o rubato, ad esempio, non è possibile visualizzare su di esso i dati aziendali in forma non criptata perché si trova sul desktop virtuale e non sull’apparecchio.

Maggiore flessibilità per device, Os e larghezza di banda

Se l’accesso remoto viene implementato tramite una soluzione VDI, i dipendenti possono accedere facilmente alle risorse aziendali. E possono farlo da qualsiasi dispositivo – sia laptop, smartphone o tablet. Poiché l’elaborazione avviene nel centro dati dell’azienda, è possibile utilizzare qualsiasi sistema operativo e hardware.

Ciò significa che le applicazioni Windows possono essere utilizzate anche su altri sistemi operativi come Mac e Linux. Inoltre, i dipendenti possono utilizzare facilmente l’hardware più vecchio e continuare ad accedere ai loro spazi di lavoro virtuali senza degrado delle prestazioni. Neanche per la connessione a Internet è necessaria una larghezza di banda ottimizzata.

Un lavoro a distanza di successo grazie alla VDI

Parallels RAS è una soluzione VDI all-in-one, a differenza di molti altri prodotti sul mercato. Consente agli utenti di accedere in modo sicuro agli spazi di lavoro virtuali in qualsiasi momento e ovunque. Centralizzano la gestione dell’infrastruttura IT, ottimizzano le implementazioni multicloud, aumentano la sicurezza dei dati e migliorano l’automazione dei processi aziendali. Le lacune di sicurezza, come ad esempio i dati aziendali memorizzati in modo non sicuro, vengono evitate e i dipendenti dipendono meno dalla loro larghezza di banda Internet per lavorare in remoto senza problemi.

Parallels offre una prova gratuita e completamente funzionale di 30 giorni di Parallels RAS, incluse le licenze per 50 utenti concorrenti.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4