IBM Cloud & AI Forum: modernizzazione delle applicazioni è differenziante

Innovazione

Cloud and AI Forum by IBM: modernizzazione delle applicazioni come fattore differenziante

I casi di successo di Banca Popolare di Sondrio e di Electrolux mostrano come realizzare l’innovazione applicativa rispondendo alle esigenze delle architetture cloud e multicloud. Con il supporto di AI e DevOps applicazioni nuove e legacy si integrano, scalabilità e velocità aumentano, i costi di gestione scendono e la risoluzione dei problemi diventa real-time

25 Nov 2020

Patrizia Licata

Tra le tematiche al centro del dibattito nel Cloud and AI Forum by IBM la modernizzazione delle applicazioni ha assunto un ruolo centrale. Pilastro della rivoluzione cloud, perché dà capacità di innovazione flessibile e veloce alle aziende, la modernizzazione delle app è essenziale per sfruttare tutto il potenziale della “nuvola” e dei servizi che offre. Le soluzioni IBM che innovano, integrano e governano le applicazioni e i flussi di lavoro migliorano in modo significativo la produttività e la qualità dei risultati, come è emerso dalle testimonianze di Banca Popolare di Sondrio e Electrolux nel modulo moderato dal Direttore di Digital4, Manuela Gianni.

Perché le aziende investono nella modernizzazione delle applicazioni

All’interno del paradigma cloud, la modernizzazione delle app diventa oggi cruciale perché il time-to-market è stringente e esige dalle organizzazioni una risposta sempre pronta ai clienti. Questa pressione a innovare comporta un aumento dei costi. Se, da un lato, è giusto valorizzare i budget IT (le organizzazioni globali prevedono che il 40% sarà allocato proprio per la modernizzazione delle app, sottolinea IBM), dall’altro la razionalizzazione della spesa è direttamente collegata alla competitività. Per modernizzare le applicazioni non più adatte alla velocità del mercato IBM offre ai clienti soluzioni che puntano ad avviare processi DevOps, integrare le app legacy con quelle nuove e spezzare i silos.

L’84% dei progetti di integrazione delle app fallisce proprio a causa dei silos di dati, oltre che per la carenza di competenze nella gestione di applicazioni e dati. Lo sforzo di integrazione, ha indicato IBM nel suo Cloud & AI Forum, rappresenta il 50% dei costi e dei tempi legati ai progetti di trasformazione digitale per via del crescente numero di endpoint cui il sistema aziendale è interconnesso e che generano grandi moli di dati. Occorrono modelli di integrazione scalabili e operazioni integrate con l’Intelligenza artificiale; per esempio, con Watson AI Ops le aziende possono snellire e velocizzare lo sviluppo dei servizi in risposta alla domanda. Anche la rilevazione dei problemi si semplifica, permettendo di trovare la soluzione in tempo reale.

Banca Popolare di Sondrio: innovazione ad “altissima velocità”

Proprio la necessità di integrare le app nuove con quelle già presenti nell’ecosistema applicativo aziendale ha spinto la Banca Popolare di Sondrio a scegliere le soluzioni cloud di IBM, come ha raccontato l’Head of Infrastructure. Piergiorgio Spagnolatti. «Abbiamo creato un ambiente modernizzato in cui sono stati potenziati scalabilità e velocità e viene pienamente garantita la sicurezza. Da sempre adottiamo paradigmi di disaccoppiamento delle componenti di architettura e di infrastruttura – ha aggiunto Spagnolatti; – per noi la flessibilità e la possibilità di privilegiare approcci diversi a seconda della necessità è essenziale». Banca Popolare di Sondrio ha così voluto accelerare l’innovazione e mettersi in grado di sostenere livelli di carico crescenti per dare supporto alla modernizzazione delle applicazioni per i clienti interni e esterni.

L’«altissima velocità», ha detto Spagnolatti, «è nei paradigmi del nuovo sviluppo software e le componenti di integrazione fanno la differenza quando si vuole far convivere il moderno con il legacy. IBM ci ha permesso di implementare architetture flessibili e veloci pronte al futuro».

New call-to-action

Electrolux: armonizzare l’IT e gestire gli eventi con Watson AI

Per la multinazionale svedese degli elettrodomestici Electrolux l’esigenza costante è quella di armonizzare l’IT e l’attività di monitoraggio e event management. Il gruppo è cresciuto anche attraverso le acquisizioni, che hanno moltiplicato sistemi e team IT, e spinto la modernizzazione delle applicazioni, ha spiegato il Global Solution Architech, Joska Lot. Electrolux utilizza, dunque, molteplici piattaforme e data base, applicativi custom e cloud di diversi vendor. «Lo strumento di Event management per noi è fondamentale», ha sottolineato Lot, «e il recente Proof of concept (PoC) con Watson AI Ops è l’evoluzione naturale sul cammino di una gestione sempre più efficace degli eventi».

Electrolux ha tratto, in particolare, vantaggio da due funzionalità di Watson AI Ops: quelle di predictive insight e topology. La prima aiuta a capire gli eventi che si verificano in un ambiente eterogeneo; per esempio, «le correlazioni tra un CPU server e il tempo di risposta di un cliente in un’altra parte del mondo», ha affermato Lot. «La topologia, invece, ci permette di mappare il comportamento dell’ambiente, trovare correlazioni nascoste e risalire alla root cause di un problema per evitare che si ripeta».

Sviluppo cloud-nativo: DevOps e microservizi

IBM propone una serie di strumenti, inclusi quelli sviluppati da RedHat e da aziende partner, per la modernizzazione delle applicazioni su un’unica piattaforma aperta che consente lo sviluppo cloud-nativo. Queste soluzioni aiutano le aziende a convertire un codice software monolitico in microservizi modulari, indipendenti e riutilizzabili che sono distribuiti su container che vengono eseguiti nel cloud. Questo approccio dà alle applicazioni di nuova generazione una flessibilità senza precedenti e permette un migliore riutilizzo del codice. Viene così favorito lo sviluppo agile e il collegamento tra IT e Operations (DevOps), soddisfacendo sempre i requisiti di livello enterprise. Ovviamente l’esplosione dello sviluppo di applicazioni significa per le imprese dotarsi anche di strumenti per governare la quantità e complessità di dati e qui IBM interviene con i prodotti per il Multicloud management e la gestione su container e multicluster.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Aziende

IBM

Approfondimenti

A
AI
A
applicazioni
C
cloud
D
DevOps

Articolo 1 di 4