Nomina

Cristina Scocchia è il nuovo AD di Illycaffè

Dopo aver guidato per anni la società di cosmetici KIKO, la manager condividerà con il noto marchio di caffè italiano la sua esperienza nello sviluppo di brand ad alto contenuto estetico ed esperienziale

18 Gen 2022

Redazione

Dall’1 gennaio 2022 Cristina Scocchia è diventata il nuovo AD di Illycaffè. La manager, già membro del board dal 2019, ha preso il posto di Massimiliano Pogliani, che era alla guida dell’azienda dal 2016.

«Cristina Scocchia è una manager di talento riconosciuto nello sviluppo di brand ad alto contenuto estetico ed esperienziale», ha sottolineato il presidente Andrea Illy, dandole il benvenuto.

«Credo molto nell’efficacia di una leadership partecipativa, basata su credibilità e fiducia, e su una comunicazione trasparente, tempestiva ed empatica, che aiuti mantenere il senso di comunità senza lasciare indietro nessuno, neanche in momenti difficili come quelli che stiamo vivendo», ha affermato la neo AD di Illycaffè durante un’intervista, in cui ci ha raccontato un po’ dei segreti del suo successo.

Cristina Scocchia

AD illycaffè e Consigliere di Amministrazione EssilorLuxottica

Chi è Cristina Scocchia

Laureata in Economia e Commercio presso l’Università Bocconi di Milano e con un dottorato di ricerca in Business Administration presso l’Università degli Studi di Torino, prima della recente nomina Cristina ha ricoperto il ruolo di AD della società dei cosmetici KIKO, controllata dal gruppo Percassi, registrando un fatturato di oltre 600 milioni.

WHITEPAPER
Pharma: come gestire grandi volumi di dati eterogenei e non strutturati?

Top manager la cui fama è diventata ormai internazionale, durante gli anni da AD della società di cosmetici, Cristina Scocchia ha saputo individuare e sfruttare il potenziale del digitale, introducendo nuovi modelli di marketing.

In precedenza, ha lavorato in Procter & Gamble e L’Oréal Italia, dove è stata CEO e Presidente. Oggi, oltre guidare una delle più affermate aziende di caffè italiane, è anche membro del Consiglio di Amministrazione di Essilor Luxottica.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4