Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

e-learning

Corsi di formazione in Cloud per i rivenditori del dominio .eu

È dell’italiana Docebo la soluzione di e-learning multilingua utilizzata a livello globale dai 750 Isp affiliati a EURid, l’ente che gestisce il registro del country code top level riservato a realtà europee. L’obiettivo è imparare le corrette procedure di registrazione ed essere rapidamente aggiornati sulle novità

10 Mag 2013

Corsi di e-learning a disposizione di 750 Isp a livello globale, per imparare a gestire in maniera standard le procedure di registrazione di nuovi domini .eu. Questa la soluzione fornita dall’italiana Docebo, che eroga corsi di formazione a distanza “as a service” in cloud, a tutti i provider affiliati di EURid, il registro ufficiale riconosciuto dalla Commissione Europea che gestisce .eu, il country code top level riservato a realtà basate nell’Unione Europea.

In pratica, chi vuole registrare il suo sito deve rivolgersi a dei reseller, che di fatto sono degli Isp, che possono trovarsi in tutto il mondo e che rivendono i domini .eu per conto di EURid. Sono questi Isp, detti registrar, che avviano e gestiscono le procedure di registrazione del dominio.

Da quattro anni Docebo fornisce a EURid una soluzione di e-learning, che aiuta i registrar a svolgere questo compito. “La gestione del registro non è semplice – Claudio Erba, Ceo e fondatore di Docebo–. Il problema di EURid, all’inizio, era trovare uno strumento che permettesse di spiegare alle centinaia di Isp che si trovano nei 27 paesi dell’Ue, più quelli che si trovano fuori dal territorio dell’Unione, come gestire l’iter di registrazione: dal marketing del dominio .eu, alla configurazione dei server, passando per le policy di sicurezza, le anagrafiche e la reportistica per finire con il pannello di comando del registro. Il tutto senza spostarsi da Bruxelles e fare il giro del mondo per visitare i vari registrar”. I corsi sono multilingua e da qualche tempo sono stati avviati anche dei corsi “going green”.

“Su un totale di 750 registrar che compongono il network di EURid – Giovanni Seppia, External Relations Manager di EURid – almeno 200 si trovano fuori dall’Ue, in particolare in Usa e Asia. Per noi sarebbe impossibile fare corsi di formazione face-to-face a tutti, ma grazie alla flessibilità della piattaforma Docebo abbiamo risolto il problema con notevoli risparmi economici”.

La procedura è stata caricata sulla nuvola, in modalità software as a service, ed è consultabile in real time h24. “In questo modo EURid può caricare nuovi contenuti quando ce n’è bisogno, modificandoli e arricchendoli o facendo degli aggiornamenti nell’iter di registrazione quando ci sono delle novità – dice Seppia- lavoriamo con Docebo da più di tre anni e abbiamo verificato che più di 100 dei nostri registrar hanno frequentato i corsi di formazione forniti in modalità cloud”.

L’aspetto più utile della modalità di formazione “as a service”, secondo Seppia, “è la flessibilità della soluzione – dice – che consente di aggiornare tempestivamente le policy destinate ai registrar, in particolare per quanto riguarda i trasferimenti da un dominio ad un altro”. Operazioni delicate, che in questo modo si fanno in maniera virtuale e in pochi passaggi grazie alla gestione in cloud dei processi.

La piattaforma di e-learning di Docebo, nasce nel 2005 grazie all’ intuizione di Claudio Erba di creare un sistema di E-Learning che permette di gestire corsi di formazione a distanza sia di tipo scolastico che aziendale. Oggi è usata da oltre 12.000 organizzazioni in tutto il mondo, tra cui Accenture, Sky, Metro, Leroy Merlin, AON, Volksbank, Solo Affitti, Mediaset e l’Università Bicocca di Milano.

Argomenti trattati

Approfondimenti

D
Docebo
E
e-learning
E
EURid
F
formazione

Articolo 1 di 4