Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Distribuzione

C&C Brevi: da 15 anni presidio ideale per i vendor ICT – VIDEO

I vendor raccontano come gli store del distributore siano fondamentali per garantirsi una presenza territoriale in vicinanza alle esigenze del canale

21 Set 2016

Loris Frezzato

La digitalizzazione crescente dell’economia e dello stesso settore ICT non è in contraddizione con il presidio del territorio. Ne è una conferma il successo che continua ad avere la formula dei cash & carry di Brevi, il distributore orobico che ha recentemente festeggiato i quindici anni di attività del suo punto vendita di Padova. Le parole dei vendor evidenziano infatti i punti di forza di questo modello: «Con Brevi abbiamo una ottima partnership, sono diversi anni che collaboriamo e abbiamo un rapporto diretto – Christian Riolo, business development manager di Kingston -. È un partner molto importante per noi perché ci permette di avere una distribuzione capillare in tutta l’Italia, raggiungendo così un gran numero di rivenditori».

La capillarità è un punto che ritorna anche nelle parole di Massimo Germanò, distribution account manager di Samsung: «Riteniamo che grazie ai cash &carry Brevi abbia una copertura piuttosto ampia, soprattutto per il business delle Pmi. Riteniamo che Brevi stia facendo un ottimo lavoro e che possa continuare a farlo anche in futuro». Sulla stessa linea anche Gianfranco Veronese, sales manager di Atlantis: «La capillarità di Brevi ci permette di avere un’efficace distribuzione su tutto il territorio nazionale». Oltre al numero degli store, entrano in gioco anche altri fattori, come evidenzia Gaetano Sanseverino, Sales account cash & carry di Brother: «I cash & carry sono fondamentali per il nostro business perché ti aiutano a essere presenti sul territorio e a toccare con mano le esigenze dei rivenditori. Questi ultimi, inoltre, hanno la possibilità di toccare con mano i prodotti e parlare direttamente con il vendor».

E magari di aprire nuove opportunità, come racconta Salvatore Vento, sales manager OCZ-Toshiba: «Quello che stiamo facendo con Brevi è allargare la base clienti e questo ce lo consente proprio il modello cash and carry. Il contatto diretto con i clienti è qualcosa che ci permette di differenziarci rispetto a operatori che lavorano soltanto via Internet». In buona sostanza, il sostegno vendor-distributore è la chiave del successo della formula: «Brevi è una realtà eccellente nel palcoscenico dell’Ict italiano. Il nostro mercato, quello dei display, negli ultimi anni è cresciuto e si è diversificato e Brevi è sempre stata accanto a noi in questa crescita», mette in luce Stefano Beschi, country manager Hannspree. Parole simili arrivano anche da Maria Gariboldi, distribution account manager di Lenovo: «Brevi rappresenta per noi un importante partner di canale, da cui scaturisce la quasi totalità del nostro business».

Non stupisce dunque, come era stato anticipato nell’ultima Distriboutique organizzata da Digital4Trade, che Il sondaggio “Channel Watch” di Context, la tradizionale indagine di settore che la società inglese svolge ogni anno in varie country europee, abbia incoronato Brevi come Distributore preferito da parte dei reseller italiani, titolo peraltro conseguito per il secondo anno consecutivo.

Articolo 1 di 5