Backup-as-a-Service in cloud per la continuità operativa in azienda

Sponsored Story

Backup in cloud: TIM e Google Cloud insieme per la continuità operativa in azienda

Il dato è la chiave d’accesso per lo svolgimento di tutte le business operation, anche a distanza. Proteggere i dati aziendali, organizzarli, replicarli e renderli disponibili significa maggior resilienza e competitività nella nuova fase di ripresa e questo vale anche per le PMI. Ecco come la conoscenza delle imprese italiane e la capillarità sul territorio di TIM si unisce al know-how digitale di Google Cloud

05 Ott 2021

Patrizia Licata

L’importanza del backup dei dati aziendali ha assunto nuova evidenza nel recente contesto, che ha messo le imprese di fronte alla necessità di tutelare il proprio business e quello dei clienti anche nelle situazioni di emergenza. Dai dati, ovvero dalle informazioni e dalle applicazioni che alimentano e governano i processi, dipende infatti l’operatività di qualsiasi organizzazione e, di conseguenza, la sua capacità di restare competitiva.

Attivare un servizio di backup aziendale in cloud è una soluzione efficace ed efficiente per supportare la continuità operativa e la sicurezza del patrimonio informativo di organizzazioni di ogni dimensione. Sul cloud si possono gestire i dati necessari al funzionamento delle applicazioni mission-critical, renderli disponibili agli utenti e monitorarli costantemente per ottimizzare i flussi.

La proliferazione dei dati

Il lavoro da remoto abilitato da Internet, dalla mobility e soprattutto dalle suite di produttività disponibili sul cloud ha portato – e porterà sempre di più – alla proliferazione di grandi volumi di dati generati dai processi e dai documenti condivisi su una moltitudine di cloud.

Proteggere, rendere sempre fruibile e valorizzare il patrimonio informativo delle imprese – nel rispetto di sicurezza e compliance al GDPR – implica dunque la necessità di disporre di efficaci strumenti di backup.

Il servizio di backup aziendale in cloud nato dalla partnership tra TIM e Google Cloud mira proprio a offrire alle imprese un sistema semplice, accessibile e sicuro per la continuità operativa.

Backup aziendale in cloud: le tecnologie di Google Cloud e TIM

La soluzione TIM Cloud Backup coniuga la tecnologia e gli standard di sicurezza della Google Cloud Platform con l’esperienza maturata da TIM nella creazione di servizi ritagliati sulle esigenze dell’impresa. L’offerta unisce le conoscenze degli esperti TIM – presenti capillarmente sul territorio e che da decenni supportano l’evoluzione del mondo enterprise (italiano e non solo) – e la spinta innovativa di Google Cloud.

Il servizio TIM Cloud Backup è basato su alti standard di sicurezza e disponibilità offerti da Google Cloud. È grazie a queste caratteristiche che ora anche le PMI possono disporre di una piattaforma evoluta in grado di conservare e orchestrare i backup, con la sicurezza del recupero dei dati in caso di necessità.

Il Backup-as-a-Service consente infatti di avere accesso in tempi rapidi a strumenti di salvataggio dei dati personalizzabili e con costi trasparenti e a misura di ogni impresa.

Digital Transformation su misura anche per le PMI: la modalità self-managed

La logica del pay-per-use e la flessibilità del cloud sono la base delle nuove offerte TIM rivolte alle PMI. Grazie all’approccio on-demand il cloud offre la massima flessibilità nell’accesso ai servizi, nella loro fruizione e nella gestione della spesa. Le aziende possono attivare il servizio in modalità self-managed con un semplice click, dopo aver scelto il proprio piano di salvataggio dati in funzione dei volumi di informazioni prodotti, della frequenza con cui le varie applicazioni necessitano di cicli di backup e, non da ultimo, delle reali esigenze del business.

A differenza di quello che accade con un’infrastruttura interna – i cui costi di gestione permangono anche nel momento in cui è sottoutilizzata – con il Backup-as-a-Service le piccole e medie imprese usano e pagano solo l’effettivo consumo di risorse, che sono commisurate al tipo e al numero di operazioni svolte. In più hanno la possibilità di variare i livelli di servizio concordati e di accedere a funzionalità opzionali per una maggiore personalizzazione.

Dalla grande azienda alla piccola impresa qualsiasi organizzazione può scalare l’offerta di Backup-as-a-Service attivata con TIM e Google Cloud in funzione dei bisogni del business. Se aumentano i flussi di lavoro, se cresce il patrimonio informativo, se vengono adottate nuove piattaforme e applicazioni di business, il servizio può essere scalato di conseguenza o in base a budget predefiniti, con la garanzia di avere sempre costi trasparenti e pianificabili.

Tutti i vantaggi del Backup-as-a-Service su cloud

Questa modularità degli strumenti cui si accede è sinonimo di flessibilità e agilità, mentre la tipologia di outsourcing offre la trasparenza e controllabilità dei costi. Inoltre, in ottica di resilienza, attraverso il cloud i dati sono al sicuro e possono essere recuperati con un’affidabilità molto più alta rispetto ai server tradizionali.

La soluzione di TIM con Google Cloud è “chiavi in mano” e facile da gestire grazie a un pannello di controllo che mostra tutti i flussi di dati da salvare, proteggere e condividere con l’organizzazione.

L’offerta consente anche di ottenere vantaggi in termini di risparmio sia grazie a una maggiore efficienza delle risorse IT, che possono essere ridistribuite verso altri progetti, sia per la riduzione dei costi legati alla manutenzione delle infrastrutture. Infine, le garanzie in termini di conformità legale (anche verso enti di revisione) consentono di bilanciare le esigenze di protezione dei dati con quelle del business in modo più flessibile e veloce.
Tim - Infografica - La grande mappa dei Dati

In collaborazione con TIM

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 4