SPONSORED STORY

Archiviazione dati: l’evoluzione verso il modello "all-flash"

Da tempo è in atto una transizione dei sistemi di storage aziendali verso l’”all-flash”, in cui le unità a stato solido (SSD) sostituiranno interamente le unità a disco rigido (HDD), con notevoli vantaggi per le aziende. Il programma Flash-only di Huawei + offre gli array all-flash (AFA) al prezzo dell’archiviazione ibrida

16 Lug 2020

Redazione

Il famoso economista William Brian Arthur ha scritto nel suo libro “La natura della tecnologia. Che cos’è e come evolve”: “Nel mondo reale, le tecnologie sono altamente riconfigurabili; sono cose fluide, mai statiche, mai finite e mai perfette.” Le tecnologie di archiviazione dei dati non fanno eccezione. Anch’esse si evolvono costantemente per diventare sempre più efficienti e versatili. I modelli di business basati sui dati e la ricerca di una nuova architettura informatica stanno portando tutti verso la nuova era “all-flash”.

Il rapido sviluppo dell’archiviazione all-flash

Nel 2015, Gartner aveva previsto l’avvento dell’era “all-flash”, in cui le unità a stato solido (SSD) avrebbero infine sostituito le unità a disco rigido (HDD) nei sistemi di archiviazione aziendale. Infatti, si prevede che entro il 2020 gli array all-flash (AFA) SSD ad alte prestazioni sostituiranno il 50% dei tradizionali sistemi di archiviazione HDD nei data center.

Un volume gigantesco di dati di varia natura è alimentato da nuove tecnologie come il cloud computing, i big data, l’intelligenza artificiale (AI), l’Internet delle cose (IoT) e il 5G. Huawei stima che entro il 2025 i dati globali raggiungeranno un totale di 180 ZB. Le sovratensioni di dati non strutturati come testi, immagini, file audio e video complicheranno l’elaborazione dei dati e richiederanno nuove forme di memorizzazione. Pertanto, i sistemi di archiviazione devono rivolgersi agli ambienti di distribuzione, ai modelli di applicazione e ai requisiti di valore.

La tecnologia SSD si sta sviluppando rapidamente con un incremento di capacità che passa da centinaia di gigabyte a decine di terabyte. Le tecnologie e le applicazioni di interconnessione di rete stanno iniziando a utilizzare le SSD. L’archiviazione di blocchi, file e oggetti sono solo alcune delle tecnologie di archiviazione di nuova generazione che vengono introdotte in rapida successione. Tuttavia, le vere rivoluzioni sono l’archiviazione flash e le SSD, che stanno rapidamente prendendo il sopravvento sulle tecnologie SAS e SATA, ormai vecchie di due decenni, nel mercato dell’archiviazione dati. L’SSD ha prestazioni particolarmente buone ed è in grado di elaborare milioni di IOPS, il che la rende ideale per Internet super-veloce, il cloud computing e le applicazioni di intelligenza artificiale. Analisi rivelano che il settore finanziario è quello che più investe per acquisti di negli AFA, mentre i governi, le telecomunicazioni e i produttori mostrano una maggiore preferenza.

Le aziende e l’incremento di dati. Alcuni esempi

L’incremento del volume di dati sta cambiando l’ambiente informatico di molte industrie. I data center delle banche, ad esempio, sono sotto pressione, poiché un numero sempre maggiore di clienti opera online o da dispositivi mobili, esigendo sistemi di online banking sempre attivi.

A complicare ulteriormente la situazione è l’aumento dei pagamenti elettronici. Metodi di accesso e volumi di servizio imprevedibili continuano a testare i limiti dei vari sistemi. L’11 novembre, il giorno dei single, il volume delle transazioni è aumentato di dieci volte, con decine di milioni di transazioni elaborate ogni secondo, aggiungendo un carico di lavoro gigantesco all’infrastruttura.

Huawei aiuta attivamente le imprese ad affrontare queste sfide. Una banca internazionale ha reso insoddisfatti i suoi clienti perché le sue soluzioni non erano in grado di gestire un’enorme quantità di dati. Huawei ha risolto i problemi sostituendo i sistemi di archiviazione precedenti con OceanStor Dorado, AFA in grado di garantire un’esperienza utente agevole 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Per maggiori informazioni, scaricare il whitepaper tecnico su OceanStor Dorado.

Sempre più persone compilano la propria dichiarazione dei redditi e pagano online a livello globale, aggiungendo un’enorme pressione sul sistema dei pagamenti. L’autorità fiscale di un Paese era preoccupata per possibili interruzioni e per la sicurezza dei dati dopo aver offerto ai suoi cittadini nuovi servizi 24 ore su 24, tra cui la tassazione elettronica e la fatturazione elettronica. Due sistemi di fascia alta OceanStor Dorado sono stati poi implementati con un metro cluster senza gateway per fornire servizi sicuri e senza interruzioni ai contribuenti.

L’industria automobilistica si distingue durante la trasformazione della produzione. La produzione di auto e ricambi di auto è un processo tedioso, e la vasta catena di marketing copre produttori e concessionari. Ciò comporta flussi di dati a più livelli e rapporti frequenti, eventuali problemi nella lenta produzione di auto, una diminuzione delle vendite e, infine, compromette la competitività dell’azienda.

Un vecchio sistema ERP di un’importante casa automobilistica ha impiegato sette minuti per rispondere a una richiesta d’ordine di produzione e di acquisto e più di un’ora per segnalare le vendite mensili richieste di batterie. Un AFA Huawei ha ridotto il tempo di risposta ad appena un terzo.

Questi sono solo alcuni esempi di ciò che gli AFA sono in grado di fare. Gli operatori industriali scelgono gli AFA per le loro prestazioni più elevate, i costi più bassi e la maggiore affidabilità, e Huawei è un fornitore preferito.

Huawei un fornitore AFA di primo piano

Huawei è stata a lungo un pioniere dell’AFA sin dal lancio della prima generazione di SSD interni nel 2005. Con i suoi 15 anni di esperienza, Huawei è diventata un fornitore leader nel settore dell’archiviazione con SSD interni, chip di controllo e sistemi operativi per l’archiviazione all-flash.

Nella sua prossima generazione di AFA, la piattaforma di chip end-to-end di Huawei facilita il consolidamento verticale di trasmissione, calcolo, intelligenza, archiviazione e gestione. Questi chip includono il chip intelligente di interfaccia multiprotocollo Hi1822, il processore Kunpeng 920, il chip AI Ascend 310, il controller chip SSD Hi1812e e il chip di gestione BMC Hi1710. Il pezzo forte è il chip Kunpeng 920, considerato il più potente, che si combina con la tecnologia multi-core per raddoppiare le prestazioni.

Questi cinque chip sono in grado di eliminare in particolare i colli di bottiglia causati dallo sviluppo sbilanciato di CPU, media e reti. Permettono alle imprese di far fronte a una nuova inondazione di dati per accelerare la loro trasformazione digitale.

Le storie di successo globali confermano la competenza di Huawei

Un rapporto IDC del 2019 prevedeva una crescita nel terzo trimestre dell’1,3% su base annua delle spese per i sistemi di archiviazione OEM esterni delle imprese di tutto il mondo. Le spese per i sistemi di archiviazione Huawei hanno raggiungo i primi posti sul mercato, registrando un aumento del 60,1% delle spese. Una crescita così rapida è stata alimentata dal riconoscimento dell’industria e non mostra segni di rallentamento. Gli AFA costituiscono la linea di prodotti in più rapida crescita delle soluzioni di archiviazione Huawei.

Il Quadrante Magico di Gartner per gli array di dischi per uso generale ha riconosciuto Huawei come leader per il terzo anno consecutivo nel 2018. Il Quadrante Magico per l’archiviazione primaria (Magic Quadrant for Primary Storage) 2019 ha indicato Huawei come leader in segno di riconoscimento per la sua integrità strategica e la sua esecuzione migliorate. Huawei continua a innovare e ad aiutare le imprese ad abbracciare la trasformazione digitale, e la sua archiviazione all-flash è la chiave del successo nell’era ad alto afflusso di dati.

Huawei ha ora lanciato il programma ‘Flash Only+’, che consente ai clienti di godere delle massime prestazioni ed efficienza degli AFA al prezzo di un sistema di archiviazione ibrida della stessa capacità. Meglio affrettarsi e cogliere l’occasione, perché è disponibile solo fino al 31 dicembre 2020. Per ulteriori informazioni, fare clic qui.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

A
archiviazione dati
D
data center
S
storage
Archiviazione dati: l’evoluzione verso il modello “all-flash”

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 3