Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

L'Esperto Risponde

Qual è la differenza tra EDI e Digital B2B Transformation?

Domanda: Si parla da decenni di Electronic Data Interchange (EDI), e da qualche anno di Extranet verso clienti o fornitori: perché oggi si parla di Digital B2B Transformation? E’ un nuovo concetto o è solo un’espressione che “va di moda”? Risponde Paolo A. Catti, esperto e advisor di P4I-Partners4Innovation

17 Giu 2016

Si è sempre parlato di Electronic Data Interchange (EDI) o di Extranet verso clienti o fornitori: perché oggi si parla di Digital B2B Transformation? E’ un nuovo concetto o è solo una termine che “va di moda”?

Risponde: Paolo A. Catti, esperto e advisor di P4I-Partners4Innovation

Paolo Catti

Associate Partner, P4I-Partners4Innovation,

Occorre distinguere tra gli strumenti disponibili e il modo in cui impiegarli. Gli strumenti sono quelli dell’EDI, le Extranet, ma anche la Fatturazione Elettronica, la Digitalizzazione dei Workflow approvativi (magari anche supportati via Mobile), la digitalizzazione dei Documenti di Trasporto (DDT o bolle), la digitalizzazione dei contratti, le piattaforma di spend analysis e di eSourcing, l’Intelligent Data Capturing, la Conservazione Digitale, le firme elettroniche, le piattaforma di Supply Chain Finance ecc. Il modo in cui impiegare questi strumenti, coordinandone l’uso, è ciò che effettivamente rende digitale le relazioni B2b. Il motivo per cui oggi più che nel passato è opportuno adottare un approccio orientato alla Digital B2B Transformation è che queste tecnologie sono ancora più evolute, accessibili e in grado di essere interoperabili. E accanto a queste tecnologie non mancano anche gli stimoli forti a farne buon uso: da un lato, il quadro normativo, italiano ed europeo, che spinge fortemente nella direzione del Mercato Unico Digitale e quindi consente di fare innovazioni fino a pochi anni fa anche molto difficili da impostare, seguire e mettere a terra; dall’altro, l’effettiva capacità che progetti di Digital B2B Transformation hanno di creare valore, abbattendo costi fissi legati a prassi che se anche si dimostrano efficaci, sono ormai tutt’altro che efficienti. In sintesi, pertanto, la Digital B2B Transformation non è solo il rilancio di alcuni progetti, è la rilettura complessiva di come si possono impostare le relazioni di business in digitale per disegnare processi a costi pari a un quinto di quelli attuali. Ben venga, allora, se l’effetto “moda” stimola nella direzione del portare efficienza nei processi B2b: poiché il principale ostacolo a questi progetti sta proprio nel loro assetto e nella governance non banale da costruire.

Vai alla pagina principale di Digital4B2B ESPERTO RISPONDE

Scopri tutte le novità e i servizi legati alla nostra iniziativa Giugno, il mese della DigitalB2B transformation

Leggi i nostri editoriali e i contributi dei nostri esperti

Prosegui subito la lettura dei nostri servizi

ESPERTO RISPONDE

Le domande dei lettori, le risposte degli esperti

Come gestire la relazione cliente-fornitore nella digital transformation

di Paolo A. Catti, esperto e advisor di P4I-Partners4Innovation

Perché l’EDI è – ancora – nel futuro del B2b

di Stefano Bassi e Giorgio Casanova

La tenuta delle scritture contabili digitali tra passato, presente e futuro

di Salvatore DeBenedictis

La Fatturazione Elettronica B2b: un’opportunità per migliorare il rapporto verso clienti e fornitori

di Robert Braga

Innovare Trasporti & Logistica grazie al Digitale

di Daniele Marazzi e Serena Lombardozzi

Come funziona la Conservazione Digitale delle Fatture (e non solo)

di Paolo A. Catti, daniele Marazzi e Umberto Zanini

Nuovo CAD al rush finale: crescono le aspettative, ma non si placano le critiche

di Domenico Aliperto

Viaggi d’affari: i pagamenti digitali semplificano la relazione in chiave B2B

di Mauro Bellini

Con lo Smart working verso la dematerializzazione

di Laura zanotti

Fattura elettronica, ecco perché può diventare un motore dell’innovazione

di Domenico Aliperto

Solo il 6% delle fatture è elettronico: a rilento la trasformazione digitale in Italia

Le valutazioni di Irene Facchinetti, direttore dell’Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione del Politecnico di Milano

Verso la dematerializzazione con i 5 trend dell’innovazione digitale

di Laura Zanotti

Immagine fornita da Shutterstock

Articolo 1 di 5