Logistica collaborativa

Processi di trasporto trasformati dal digitale, opportunità e casi concreti: «Si può già fare»

Un white paper della “Collaborative Community” sulla digitalizzazione dei trasporti promossa da Osservatori Digital Innovation e MIP del Politecnico di Milano risponde ai dubbi più attuali sul tema. Se ne parlerà in un webinar del 5 novembre, ne anticipiamo l’introduzione

21 Ott 2015

Damiano Frosi e Daniele Marazzi*

Qualche mese fa sono iniziati gli incontri di una “Collaborative Community” sulla Digitalizzazione dei Trasporti promossa dagli Osservatori Digital Innovation e dal MIP del Politecnico di Milano, che coinvolge una trentina di manager che si occupano di logistica e trasporti in altrettante aziende utenti, associazioni e fornitori tecnologici. Le discussioni durante gli incontri della community sono state recentemente sintetizzate in un white paper intitolato “La Digitalizzazione nei processi di Trasporto: un’opportunità da cogliere”, che sarà tra l’altro il tema di un webinar che si terrà il 5 novembre dalle 15 alle 16. Il white paper parte dalla definizione del processo di trasporto, delle sue fasi, e dei principali elementi critici della sua digitalizzazione, spiegati anche in questo video da uno degli autori. Inoltre comprende un capitolo con le risposte alle principali 10 domande emerse negli incontri della community, una panoramica del principali strumenti e approcci per la digitalizzazione nei processi di trasporto, e i principali riferimenti normativi per chi vuole intraprendere un progetto in quest’ambito. Nelle prossime settimane pubblicheremo alcuni estratti di questo white paper: cominciamo stavolta dall’introduzione.

La consapevolezza che il Digitale rappresenti un’opportunità per ripensare il modo di “fare business” delle imprese è sempre più diffusa e radicata. E questo vale anche in un ambito apparentemente lontano quale il Trasporto merci, dove parlare di Digitalizzazione potrebbe anche far pensare al futuristico teletrasporto del capitano Kirk di “Star Trek”. Al contrario, le opportunità di miglioramento dei processi – in termini di efficacia forse ancor più che di sola efficienza – sono tutt’altro che argomento da fantascienza: chiare, concrete e alla portata di gran parte delle organizzazioni attive nel nostro Paese.

Proprio la volontà di dare massima concretezza al messaggio di opportunità che ci proponiamo di diffondere ha portato al lancio, ormai quasi 8 mesi fa, della Collaborative Community sulla Digitalizzazione nei Trasporti: un’iniziativa che – forte delle competenze da noi maturate nell’ambito dei tre Osservatori Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione, Contract Logistics e Mobile Enterprise del Politecnico di Milano – si è posta l’obiettivo di coinvolgere attivamente proprio i manager che governano questi processi in azienda. Troppo spesso, infatti, ci si sente rispondere che l’ostacolo all’adozione di soluzioni digitali in quest’ambito sta nella normativa e nella (presunta, più che effettivamente verificata) impreparazione o indisponibilità degli altri attori della filiera. Due aspetti – Compliance ed Engagement – che rappresentano tasselli e non “ostacoli”, sicuramente importanti per completare un percorso che punta a “mettere a terra” le opportunità del Digitale in questo contesto.

Questa prima esperienza della Collaborative Community ha visto tre momenti di incontro e confronto – in alcuni casi anche “acceso” ma sempre costruttivo e propositivo – fra manager di importanti realtà dell’Industria, della Distribuzione, del Trasporto e Logistica conto terzi e di Provider Tecnologici. Nell’arco di questi mesi sono state identificate e intraprese diverse linee di lavoro e, in particolare, sono emerse alcune “domande chiave” cui abbiamo cercato di dare risposta sia da un punto di vista “tecnico-normativo” sia suggerendo – come Community – modalità concrete di gestione che possano coniugare al meglio le esigenze aziendali nel rispetto delle indicazioni fornite dal contesto giuridico-normativo italiano.

EVENTO - 3 NOVEMBRE 09:30
Green new deal: verso un nuovo modello di sviluppo
Logistica/Trasporti
Manifatturiero/Produzione

Questa pubblicazione, in sintesi, è solo un primo risultato concreto del percorso intrapreso. Grazie all’impegno e al lavoro collegiale della Collaborative Community – forte della pluralità ed eterogeneità di prospettive ed esigenze che raduna al suo interno – ci poniamo, infatti, obiettivi ambiziosi: diffondere il più possibile non solo la consapevolezza delle opportunità “teoriche” che l’Innovazione Digitale può portare nell’ambito del Trasporto e Consegna merci, ma soprattutto – e con forza – la reale concretezza del “si può fare”. Concretezza testimoniata dalle imprese che – con i propri manager – sono le autentiche protagoniste di questa iniziativa culturale.

Il “vissuto sul campo” rappresenta la bussola che ha guidato i lavori della Community fin dal primo incontro e resterà il perno fondamentale anche del percorso che proseguirà nei prossimi mesi: ci proponiamo, infatti, di raccogliere e raccontare esperienze concrete che fungano da esempio per quanti, trovata risposta a dubbi e domande, decideranno di fare proprie queste opportunità di Evoluzione Digitale.

* Damiano Frosi è Senior Advisor Osservatorio Contract Logistics del Politecnico di Milano, Daniele Marazzi è Associate Partner di P4I – Partners4Innovation

Processi di trasporto trasformati dal digitale, opportunità e casi concreti: «Si può già fare»

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link