Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Business Case

Alitalia CAI, quando i fornitori si gestiscono con un portale

La società ha adottato una soluzione che permette la gestione delle fasi preliminari del rapporto con i fornitori, dalla qualifica fino alla negoziazione e all’archiviazione in formato digitale dei contratti. Il sistema gestionale, inoltre, supporta in maniera integrata lo scambio dei documenti del ciclo dell’ordine

24 Mar 2011

Alitalia Compagnia Aerea Italiana è la società, nata il 13 gennaio 2009, frutto della riorganizzazione, a seguito della crisi, di Alitalia e della successiva fusione con Airone, che hanno integrato i propri network e le strutture organizzative, commerciali e amministrative. Oggi Alitalia dispone di 153 aeromobili, conta 77 destinazioni per 738 collegamenti giornalieri ed è focalizzata su sei basi di riferimento: Fiumicino, Milano, Torino, Venezia, Napoli e Catania.
La società gestisce in un anno circa 2.500 Contratti/Ordini ai fornitori e 8000 Fatture passive. Nel 2005, su spinta degli Acquisti, Alitalia ha avviato un progetto di riorganizzazione delle modalità di gestione dei fornitori che ha fortemente puntato sulle opportunità consentite dall’utilizzo dell’ICT. In particolare, il progetto ha portato alla creazione di un portale fornitori.


“Per costruire una Compagnia nuova e moderna, impegnata in uno sviluppo economicamente sostenibile, è necessario costruire un percorso comune con i fornitori, considerandoli parte degli asset aziendali e definendo con loro un rapporto di collaborazione rivolto ad una partnership solida, strategica e sinergica.” ha affermato, Francesco Festa, Executive VP Purchasing & Services.
Il portale si occupa della gestione delle fasi preliminari che riguardano il rapporto con i fornitori, dalla qualifica (le attività di inserimento delle informazioni necessarie per ottenere lo status di “fornitore potenziale” sono delegate al fornitore stesso) fino alla negoziazione e all’archiviazione in formato digitale dei contratti. Il sistema gestionale, inoltre, supporta in maniera integrata lo scambio dei documenti del ciclo dell’ordine.

Oggi il portale rappresenta un’interfaccia attraverso la quale i fornitori sono in grado di fornire informazioni strutturate ad Alitalia. In futuro, tuttavia, sarà uno strumento di comunicazione bi-direzionale in grado di portare ancor più valore ai fornitori, per esempio aggiornandoli sullo stato dei pagamenti.
Un processo ben delineato rende più “virtuosi” anche i fornitori, che hanno meno probabilità di inviare informazioni o documenti errati: il portale guida l’inserimento “passo dopo passo” evitando incomprensioni, con benefici evidenti per Alitalia.
L’integrazione ha portato benefici anche al workflow interno di Alitalia: i processi, grazie alla loro formalizzazione, sono diventati più lineari, tracciabili e controllati e di conseguenza hanno prestazioni migliori

Articolo 1 di 5