Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

case history

Lucchini RS, il processo di acquisto è efficiente se si gestisce online

Rendere snello l’e-sourcing, accelerare l’approvvigionamento con modelli e workflow specifici, favorire la collaborazione tra tutti gli stakeholder nelle fasi di preparazione delle Request for proposal (RFP) e di valutazione e assegnazione delle proposte. Sono questi i principali obiettivi del progetto di eProcurement del noto gruppo metallurgico italiano

25 Mar 2016

Redazione

Lucchini RS, il noto gruppo metallurgico italiano, ha introdotto una piattaforma tecnologica per gestire in modo efficiente i processi di sourcing e le aste con i fornitori.

Per una realtà che opera in ambito internazionale con varie sedi nel mondo, localizzate in particolare in Europa e Asia, con un fatturato consolidato di 364 milioni di euro e un organico di oltre 1.492 dipendenti nel 201, il tema della gestione del processo di approvvigionamento era uno degli aspetti maggiormente strategici da amministrare, soprattutto nell’ottica di cogliere le opportunità di risparmio che possono scaturire dall’adozione di sistemi di gestione della spesa.

Nello specifico, l’obiettivo del management di Lucchini RS era trovare una modalità per rendere efficiente e snello il processo di e-sourcing – comprese le fasi di definizione delle caratteristiche di un ordine, di selezione dei potenziali fornitori e di determinazione delle procedure di asta -, accelerare l’approvvigionamento con modelli e workflow specifici, favorire la collaborazione tra tutti gli stakeholder nelle fasi di preparazione delle Request for proposal (RFP) e di valutazione e assegnazione delle proposte (attraverso delle analisi comparative), e che infine consentisse di avere una visione completa di tutti gli eventi relativi al sourcing con le scadenze e di poter misurare i potenziali risparmi rispetto al prezzo di riferimento.

Così il gruppo, tra i mesi di aprile e maggio 2015, ha adottato in tempi estremamente brevi – appena quattro settimane – la soluzione “Buyer”di Ivalua, che oggi permette di gestire online tutte le fasi del processo di acquisto. Tra i principali benefici rilevati dal Gruppo c’è la riduzione dei tempi e la possibilità di ottenere prezzi significativamente più bassi nel caso in cui si ricorra al meccanismo delle aste al ribasso, soprattutto quando si tratta di acquistare grandi quantità di prodotti e a basso valore unitario.

«L’implementazione è stata rapida – ha dichiarato Francesco Cantoni, Strategic Purchasing manager di Lucchini RS – e abbiamo raggiunto il ROI in poche settimane. Ora stiamo per sviluppando la fase successiva che prevede l’implementazione di uno strumento di gestione delle anagrafiche dei fornitori, Ivalua SRM, con l’obiettivo di conseguire un risparmio ancora maggiore e sfruttare appieno e in tempo reale le informazioni per una negoziazione efficace».

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5