Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Osservatorio

LinkedIn Marketing, i suggerimenti e le tattiche per le aziende

Quali sono gli strumenti necessari a impostare un piano di LinkedIn marketing, a utilizzare campagne per incrementare la notorietà del brand, a rafforzare e costruire la reputazione, a generare nuovi lead e ad acquisire talenti? Ecco cosa c’è da sapere

04 Mar 2019

LinkedIn può essere un ottimo strumento di marketing, se usato a dovere. In un webinar organizzato dagli Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano, Leonardo Bellini* ha fornito alcuni strumenti necessari a impostare un piano di LinkedIn marketing, a utilizzare campagne per incrementare la notorietà del brand su LinkedIn, a rafforzare e costruire la reputazione, a generare nuovi lead e ad acquisire talenti.

Il Focus era su 5 domande:

  • Quali sono le tattiche che funzionano meglio su LinkedIn?
  • Come posso creare social engagement su LinkedIn? Mediante quale tipologia di contenuti e interazioni?
  • Quali sono i differenti formati di contenuti disponibili su LinkedIn e quali sono i più indicati per raggiungere obiettivi specifici?
  • Come posso creare contenuti coinvolgenti su LinkedIn per generare lead e traffico qualificato?
  • Come posso creare campagne di social lead generation e social Advertising su LinkedIn?

I suggerimenti e le tattiche per raggiungere gli obiettivi di marketing su LinkedIn sono sei.

Come aggiornare il tuo Profilo su LinkedIn per farsi trovare e sviluppare un network di qualità

Lo sapevi che aggiungere un’immagine al tuo Profilo aumenta di 14 volte la probabilità di essere trovato dal tuo futuro datore di lavoro o cliente? Avere un Profilo SEO friendly è un requisito molto importante per essere trovati, non solo dentro LinkedIn ma anche da una ricerca su Google. E non è solo l’immagine del profilo a influire, ma anche la qualifica, il riepilogo, le competenze inserite, le conferme ricevute da altri utenti, e così via.

Per ottenere un buon posizionamento nei risultati di ricerca dovrai quindi dedicare del tempo alla revisione del tuo Profilo, avendo bene in mente le keyword di settore e le best practice per l’ottimizzazione. Essere trovato ti aiuterà ad allargare il tuo network e a dare avvio a relazioni strategiche, che a loro volta potranno aprirti la strada a nuovi e interessanti lead.

Come sviluppare una strategia aziendale su LinkedIn

Lo sapevi che i follower della tua Pagina su LinkedIn sono più propensi a diventare clienti o candidati per la tua azienda? Le Pagine Aziendali su LinkedIn offrono una grande opportunità per incrementare la notorietà del tuo brand, per promuovere prodotti e servizi e per attirare potenziali clienti da una parte e nuovi talenti dall’altra.

Lavorare sul tuo piano editoriale è quindi un fattore di grande importanza strategica per attirare nuovi follower e fidelizzare quelli già esistenti. Per farlo avrai bisogno di contenuti sempre freschi, interessanti e mirati a colpire l’attenzione del tuo pubblico target. Tali contenuti alimenteranno il tuo calendario editoriale e, all’occorrenza, anche la creatività dei tuoi post sponsorizzati.

Le funzionalità chiave per una pagina aziendale efficace

Con la recente revisione delle Pagine su LinkedIn per il Social Media Manager si aprono nuove opportunità per migliorare le prestazioni della pagina. Grazie infatti ai suggerimenti editoriali (Content suggestions) è possibile ricondividere contenuti di tendenza, scoprire nuovi contenuti basati su hashtag specifici, interagire in maniera più diretta e tempestiva ai commenti dei follower.

La nuova interfaccia di analytics della pagina ti permette inoltre di verificare che tu stia se attirando il tuo target ideale: puoi ottenere infatti informazioni sui tuoi visitatori rispetto al settore di appartenenza, il ruolo, l’area geografica, etc.

Come fare B2b content  marketing su LinkedIn

Lo sapevi che LinkedIn è il social network più utilizzato dai B2B marketer per distribuire i loro contenuti? E che 61 milioni di utenti LinkedIn occupano posizioni apicali in azienda? Per chi si occupa di marketing B2B LinkedIn è la piattaforma n°1 per affermare la propria leadership di pensiero, per generare e stimolare la domanda, per acquisire contatti qualificati e per promuovere la propria azienda come “Best Place to Work”.

Per sviluppare un piano di marketing su LinkedIn ci sono una serie di leve che puoi utilizzare per scopi specifici: si va dal network, alle relazioni, passando per i già citati contenuti. Un uso ragionato e integrato di queste componenti ti aprirà le porte a nuove e importanti occasioni per la tua strategia di marketing.

Come generare contatti qualificati su LinkedIn

Il tasso di lead generation su LinkedIn è di gran lunga più elevato rispetto agli altri social network. Per ottenere il massimo da quest’attività dovrai seguire un processo graduale per identificare e trovare i tuoi prospect, classificarli in base al livello di affinità, e infine ingaggiarli e informarli su LinkedIn fino a renderli “maturi” per affrontare una trattativa commerciale. Una lead non si può conquistare in un giorno, ma la buona notizia è che LinkedIn ti mette a disposizione tutti gli strumenti per coltivare la relazione e raggiungere il tuo obiettivo.

Come misurare l’efficacia della tua presenza su LinkedIn

Per sfruttare tutto il potenziale offerto da LinkedIn è utile tenere traccia dell’andamento della tua attività. Dovrai quindi definire le metriche e i KPI in grado di definire l’efficacia delle tue azioni – misure che varieranno a seconda degli obiettivi che ti sei prefissato con la tua presenza su LinkedIn.

Validi strumenti di monitoraggio interni a LinkedIn sono le statistiche sul tasso di engagement e di click dei tuoi organici (del tuo profilo personale o della pagina aziendale) o, per quanto riguarda le campagne, la misura delle conversioni che stai ottenendo. In questo caso saper leggere le analitiche ti servirà anche a conoscere il tasso di ritorno sull’investimento. Oltre a queste, esistono anche strumenti di Analytics di terze parti che ti consentono di effettuare una lettura più ampia delle performance della tua azienda su LinkedIn.

_ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . __ . _

Leonardo Bellini

Digital Marketing & Social Business Advisor e Co-Founder di Affinity Matters

*Leonardo Bellini, Digital Marketing & Social Business Advisor, si occupa professionalmente di marketing digitale dal 1998.
Ingegnere elettronico con una forte passione per il marketing digitale, ha conseguito l’EMBA presso il MIP, Politecnico di Milano. Fondatore di DML, società di consulenza e servizi digitali, nel 2012 ha creato Social Minds, Progetto di ricerca sull’utilizzo dei social media per specifici settori di business. Autore di “Come usare LinkedIn per il tuo business” (DF Editore 2016) , “Aziende di successo sui social media (2014, Hoepli Editore), Guida operativa ai Social in Banca (Bancaria Editrice, 2015). Il suo primo libro “Fare business con il web” risale al 2006. Leonardo è Direttore Scientifico del Social Banking Diploma (ABIFormazione) e Docente di social media analytics e intelligence al Master SNID (Social Network Influencer Design) del Politecnico di Milano. Fa parte del Comitato scientifico del Master in Social Media Marketing della IULM.

Articolo 1 di 5