Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

VIDEO

#TerrazzaCloud 4, Come si sceglie un buon provider di servizi cloud?

Il quarto appuntamento del progetto multimediale sviluppato da Digital4Trade in collaborazione con Macro Web Media CED, è stato dedicato all’illustrazione dei criteri che clienti e fornitori devono seguire in un passaggio tecnologico così delicato

24 Ott 2016

Redazione

Il cloud computing è senza dubbio uno dei trend tecnologici del momento. Ma di cosa stiamo parlando esattamente? In estrema sintesi, si tratta di una forma di terziarizzazione tecnologica avanzata. Le imprese possono affidare a un provider specializzato la gestione di una o più risorse informatiche che, da quel momento in poi, vengono erogate via Web attraverso un contratto di outsourcing. Tutto questo, senza che l’azienda debba accollarsi gli oneri di acquisto di licenze o macchine per usufruire di servizi indispensabili al business. Una scelta tecnologica che, se ben calibrata, può assicurare notevoli vantaggi alle aziende, anche economici, ma la scelta del provider incaricato di fornire servizi così delicati non può essere lasciata al caso. Di tutto questo si è parlato anche in occasione del quarto appuntamento di #TerrazzaCloud, il progetto multimediale sviluppato da Digital4Trade in collaborazione con Macro Web Media CED. A questo link è possibile scoprire come stanno approcciando il cloud i top cio italiani? In questa apposita pagina dedicata a Terrezza Cloud è infatti possibile guardare i video e i reportage esclusivi, con i casi, gli errori e i successi raccontati dalla viva voce di esperti e protagonisti. In particolare nel quarto appuntamento di #TerrazzaCloud, dove sono intervenuti Ferdinando Peretto, Cio di Diasorin – Andrea Casiraghi CTO di Safety21, Enrico Ariotti, Executive Director at MWMCED & Macro Web Media e Massimo Ficagna, senior advisor per l’Osservatorio Enterprise Application Governance della School of Management del Politecnico di Milano.

Innanzitutto si è cercato di capire le differenze esistenti tra SaaS (Software as a Service), Paas (Platform as a Service) e Iaas (Infrastructure as a Service). Un aspetto che è emerso in maniera importante nel dibattito è che il fornitore deve avere competenze per valutare e offrire miglior #cloud in base alle esigenze specifiche di ogni cliente. Altro punto cardine è la flessibilità contrattuale, che risulta essere la caratteristica preferita dalle aziende nella scelta del cloud provider. Una scelta non semplice, che può essere aiutata anche dalla visione dei video di #TerrazzaCloud.

#TerrazzaCloud 4, Come si sceglie un buon provider di servizi cloud?

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Google+

    Link

    Articolo 1 di 3