Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Soluzioni per il Vendor Management. Meglio verificare che…

Profonda conoscenza dei fornitori, rigore nei processi di qualifica, oggettività nella valutazione delle performance: attività complesse, che richiedono una gestione integrata. La tecnologia può aiutare ma sono necessarie funzionalità specifiche.
Un approfondimento di Francesco Gerbino, Account Director di BravoSolution

11 Mar 2014

Come è noto gli strumenti di Vendor Management dovrebbero aiutare le Direzioni Acquisti a prendere decisioni di merito sui fornitori (ad esempio l’invito o l’esclusione da una gara), sulla base di evidenze oggettive. Le soluzioni di Vendor Management più evolute garantiscono questa visibilità gestendo in maniera integrata le fasi cruciali della relazione con il fornitore nel tempo ovvero la raccolta e aggiornamento dati, la qualifica e la misurazione delle performance.

Sulla base della nostra esperienza nello sviluppo di centinaia di progetti di Vendor Management per altrettante aziende nel mondo, suggeriamo, per ciascuna di queste fasi, alcuni “punti di attenzione” da tenere presenti quando ci si appresta a scegliere una soluzione tecnologica:

· Raccolta e aggiornamento informazioni: è fondamentale la capacità del sistema di recepire ed elaborare in tempo reale dati provenienti da fonti diverse, sia interne sia esterne ai sistemi aziendali


· Qualifica dei fornitori: è importante che la soluzione offra massima flessibilità sia nella costruzione dell’albero di classificazione, sia nel processo di qualifica (es possibilità di processi più o meno complessi in funzione di parametri quali la merceologia, la “storia” del fornitore, la strategicità della fornitura etc.)

· Misurazione delle performance dei fornitori: è importante che il sistema sia in grado di raccogliere e gestire le valutazioni di tutti gli utenti aziendali coinvolti (es. cliente interno, acquisti, legale…), sia in fase preliminare che consuntiva; i parametri di valutazione (KPI) devono essere chiari; indipendentemente dalla complessità dei parametri analizzati il sistema deve riuscire a “portarli a sintesi” in cruscotti di valutazione di agevole consultazione

Queste indicazioni costituiscono ovviamente solo una piccola parte degli elementi da considerare quando ci si appresta a sviluppare progetti di Vendor Management. Il tema è affrontato in maniera più completa nel documento “La costruzione e l’implementazione dell’Albo Fornitori”, a disposizione del lettori di ICT4 Executive.


Per richiedere gratuitamente l’approfondimento cliccare qui >>

Articolo 1 di 5