Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Focus

Ricerca del Politecnico di Milano. Gli aspetti organizzativi e il change management che garantiscono il successo di un progetto di Fatturazione Elettronica. L’analisi del Politecnico di Milano

I progetti di Fatturazione Elettronica, per svilupparsi con successo, richiedono un adeguato supporto e una decisa spinta all’adozione sia…

15 Ott 2010

I progetti di Fatturazione Elettronica, per svilupparsi con
successo, richiedono un adeguato supporto e una decisa
spinta all’adozione
sia all’interno del
perimetro aziendale (con azioni di change management
focalizzate sui dipendenti) sia esternamente, al fine di
coinvolgere i partner commerciali, siano essi clienti o
fornitori. Il ruolo del Vertice aziendale, nel promuovere
internamente ed esternamente i progetti di Fatturazione
Elettronica, è assolutamente centrale. Questi progetti,
infatti, impattano su diverse attività, spesso gestite
in modo frammentato
e finalizzato a ottimizzare
prestazioni “locali”, sotto la responsabilità di
diverse strutture organizzative magari dislocate
territorialmente su sedi separate (uffici diversi, stabilimenti
diversi o addirittura Paesi diversi).


Sia in casi di questo tipo – decisamente frequenti con il
crescere della dimensione organizzativa – sia nelle
imprese di più piccole dimensioni, il commitment del Vertice
(di reparto, di Funzione/Divisione o centrale) consente di
trasferire sull’organizzazione i giusti stimoli e di
garantire la presenza di un coordinamento forte finalizzato al
raggiungimento dell’obiettivo finale. Un obiettivo che
può essere raggiunto attraverso piccoli passi consecutivi, ma
in una direzione che deve essere – da subito – ben
chiara. La naturale capacità del Vertice, inoltre, di riuscire
ad assumere una prospettiva più ampia, consente di mettersi
nelle condizioni di poter cogliere quelle opportunità di
ulteriore integrazione che, altrimenti, rischiano di perdersi
in una pletora di piccoli progetti locali tra loro
disarticolati.
Ma quali sono gli strumenti in mano al Vertice per riuscire a
trasferire commitment sulla propria struttura? Sicuramente sono
molteplici e l’Osservatorio Fatturazione Elettronica e
Dematerializzazione della School of Management del Politecnico
di Milano nel suo ultimo Rapporto (“La Fatturazione
Elettronica in Italia: reportage dal campo”, disponibile
su www.osservatori.net) ha
evidenziato quali ricorrono con maggiore frequenza nei casi
aziendali studiati:

  • il coinvolgimento di tutte le persone
    interessate
    dal progetto (almeno nei ruoli più
    rilevanti), per comunicare in modo forte gli obiettivi e le
    corrette priorità;
  • l’inserimento, nei meccanismi di incentivo, di
    logiche premianti in funzione del grado di
    utilizzo delle soluzioni innovative, per evitare che i progetti
    si “perdano” o non raggiungano le giuste
    dimensioni;
  • la creazione di nuovi ruoli organizzativi
    che garantiscano la presenza di un coordinamento forte
    sull’evoluzione prima del “progetto” (project
    manager) e poi del nuovo “processo”, una volta
    arrivato a regime (process owner);
  • l’utilizzo convinto della
    formazione, sia verso chi deve imparare un
    nuovo modo per continuare a fare il proprio lavoro, sia verso
    chi viene ricollocato in un’altra area.

Articolo 1 di 5