Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Soluzioni fintech

Reply: pronti i primi acceleratori sulla Blockchain Technology

Il Competence Center della società dedicato allo studio e sviluppo di soluzioni sulla piattaforma su cui si basano i Bitcoin ha messo a punto alcuni strumenti per facilitarne l’utilizzo, specialmente negli ambiti internet of things, cambiamenti di proprietà, votazioni ed elezioni, ticketing e couponing

14 Gen 2016

Redazione

Reply ha annunciato che sono pronti i primi acceleratori sviluppati dal proprio Competence Center Europeo sulla Blockchain Technology. Si tratta di un annuncio di particolare importanza che arriva dal lavoro di un gruppo di professionisti specializzati che Reply ha costituito proprio per supportare il settore Fintech (soluzioni tecnologiche per il mercato Finance) nel percorso di comprensione ed analisi delle potenzialità della Blockchain, e nella sperimentazione di queste nuove tecnologie – su cui si basa la famosa moneta elettronica Bitcoin – attraverso acceleratori abilitanti lo sviluppo di soluzioni di business.

Il concetto di Blockchain è molto complesso, ma la stessa Reply fornisce una definizione semplice e sintetica: Blockchain è un registro transazionale sicuro “condiviso da tutte le parti che operano in una data rete distribuita di computer. Registra e archivia tutte le transazioni che avvengono all’interno della rete, eliminando i la necessità di terze parti “fidate”, quali i processori di pagamento.

La logica Blockchain quindi costituisce un nuovo paradigma che è in grado di rivoluzionare profondamente il sistema economico modificando alla base i concetti di transazione, di proprietà e di fiducia. Proprio per queste potenzialità il Reply Blockchain Competence Center sta analizzando il mercato e dagli studi effettuati emergono alcuni fatti salienti. Innanzitutto gli investimenti nel Fintech si stanno sempre più focalizzando su idee basate sulla blockchain technology; in secondo luogo le 42 più importanti banche internazionali si sono unite in un’iniziativa R3 che vuole definire standard de facto per l’utilizzo della blockchain in ambito interbancario; un altro importante effetto riguarda il fatto che alcune delle principali borse internazionali stanno sperimentando la blockchain come nuovo framework di base per il sistema borsistico; infine le banche centrali e i normatori a vari livelli stanno lavorando alacremente per inquadrare e regolamentare le cryptocurrency (la più famosa è bitcoin) basate su blockchain technology.

Gli ambiti applicativi

In questo scenario Reply ha deciso di investire e ha sviluppato alcuni acceleratori che indirizzano l’utilizzo della Blockchain Technology in diversi casi d’uso, in particolare negli ambiti:

  • IoT (Internet of Things), dove gli oggetti utilizzano la blockchain per gestire l’autenticazione e l’integrità della messaggistica tra loro al fine di rendere l’utilizzo di un network di IoT sicuro e affidabile;
  • Cambi di Proprietà: blockchain accelerator gestisce il cambio di proprietà, ovvero il passaggio di proprietà di un bene qualsiasi sia esso digitale che fisico (ad es. auto, titoli, case..) attraverso la scrittura nel registro della blockchain di una transazione ove risultano certi e immodificabili l’identità del venditore e dell’acquirente, l’identificatore univoco del bene e la marca temporale;
  • Votazioni ed Elezioni: in ambiti dove è richiesta elevata trasparenza e sicurezza, quali le votazioni a scrutinio pubblico (ad es. per esprimere una preferenza in un sondaggio), la Blockchain Technology utilizza le cryptomonete per garantire sia la certezza del voto e sia la trasparenza dello scrutinio;
  • Ticketing e Coupon: la creazione, gestione e vendita di ticket e coupon utilizza la Blockchain Technology, ove l’interoperabilità tra enti/partner, necessaria per avere massa critica nella creazione di ticket/coupon e per l’utilizzo/redemption ovunque, è basata sullo standard di accesso al registro blockchain che è open-source, quindi affidabile, a basso costo e sicura.

il Competence Center Reply sulla Blockchain Tehcnology è basato sul modello esteso e prevede la capacità di aggregare giovani talenti per lavorare e sviluppare idee volte a creare acceleratori e modelli utilizzabili ai fini di business.

Reply ha sviluppato i primi acceleratori Blockchain potendo contare su nuove competenze multidisciplinari in ambiti Fintech, Security e Payments come professionisti in Blockchain Design and Architecture, Smart Contract, Mining Technique, Block Explorer, Bitcoin scripting.

Recentemente Reply ha poi organizzato una competizione sul tema della Blockchain con 3 importanti università europee alla quale hanno partecipato circa 600 studenti generando oltre 50 nuove idee relative a possibili utilizzi della blockchain.

L’architettura per Hi Credits

Nell’ambito degli sviluppi sulla Blockchain Technology, Reply ha anche definito l’architettura che abilita HI Credits, la propria piattaforma proprietaria per i mobile payment, i pagamenti in bitcoin e i trasferimenti monetari.

Tra i primi progetti implementati, Reply ha utilizzato la “Blockchain Bitcoin” per ‘registrare e memorizzare’ il codice sorgente del software di Tinaba, neonata iniziativa del Gruppo Sator. In questo contesto, la blockchain Bitcoin funge da “notaio internazionale” ove è registrato il codice sorgente, il nome del proprietario ed è affissa una marca temporale. Il tutto è protetto da una chiave crittografica che evidenzia la proprietà del software, ma rende impossibile l’utilizzo del codice sorgente.

Articolo 1 di 3