Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Digital Transformation

PMI: a Milano il 14 e 15 marzo un hackathon per premiare l’innovazione

Per i vincitori del TeamSystem Hacknight sono previste nuove opportunità di business e un learning tour a Copenhagen. L’iniziativa si rivolge a sviluppatori, startupper, manager e creativi di professione, che riuniti in team di lavoro eterogenei si dovranno contendere la palma di miglior progetto

09 Mar 2018

TeamSystem Hacknight: si chiama così la maratona “digitale”, che vedrà sviluppatori, startupper, manager e creativi di professione sfidarsi. L’obiettivo è realizzare soluzioni innovative, in grado di potenziare il business delle piccole e medie imprese. I team si contenderanno la palma di miglior progetto innovativo la notte tra il 14 e il 15 marzo a Milano, in via Tortona 27 (presso Superstudio). Per partecipare all’iniziativa, gratuita, è necessario iscriversi, compilando il form di registrazione (questo il link).

I diversi team si metteranno al lavoro per sviluppare soluzioni software innovative, da integrare alla piattaforma di contabilità Reviso, un programma in cloud capace di migliorare e semplificare il lavoro delle piccole aziende. A spiegare il senso dell’iniziativa è Enrico Causero, direttore Cloud & New Business, Gruppo TeamSystem: «Reviso è una piattaforma gestionale e collaborativa in cloud pensate per il potenziamento del business delle PMI di oggi e domani. Per un progetto innovativo servono idee e modalità differenti rispetto a quelle tradizionali, per questo pensiamo che l’hackaton possa essere l’inizio di un cammino verso la costruzione di una comunità Reviso che condivida innovazione, sviluppo e idee per la competitività delle aziende di oggi e di quelle future».

Per centrare gli obiettivi dell’hackaton, come da regolamento, i partecipanti dovranno sviluppare un prototipo o un mock-up di una piattaforma web/applicazione nell’ambito tematico indicato al momento del briefing iniziale dell’evento. Orientativamente i team in gara dovranno realizzare soluzioni che aiutino le imprese a: comunicare, collaborare e condividere documenti; facilitare la raccolta e l’analisi dei dati; integrare strumenti innovativi nel loro business (wearable, mobile, soluzioni IoT).  La gara avrà ufficialmente inizio alle 19:30 del 14 marzo, con la comunicazione ai team degli obiettivi e delle regole della maratona. Alle ore 20 i partecipanti inizieranno i lavori, supportati da un team di tutor, e saranno all’opera per circa 12 ore. La sessione di hacking si concluderà, quindi, alle ore 8 del 15 marzo, quando comincerà la fase di valutazione. A questo punto i team consegneranno i progetti sviluppati e avranno a disposizione 5 minuti per presentarlo al comitato di valutazione, formato da una giuria di giornalisti, esperti e manager di TeamSystems.

L’evento si concluderà con la consegna del premio al team vincitore e una menzione d’onore al secondo classificato. Per la squadra prima classificata sono previsti premi per un valore economico di circa 5mila euro per tre mesi. Nello specifico si tratta di una visita presso la Reviso Factory di Copenhagen; il supporto allo sviluppo del progetto; l’ospitalità presso lo spazio di coworking di TeamSystem e il mentoring da parte del manager dell’azienda. Mentre per il secondo classificato sono previsti: il supporto allo sviluppo del progetto e il mentoring manageriale per un valore di circa 3mila euro al mese per tre mesi, oltre alla consegna di un fitbit charge per ciascun membro del team.

L’hackathon sarà anche l’occasione per incontrare giornalisti e mentor esperti del mondo delle startup e dell’innovazione digitale come Emil Abirascid, Direttore Startupbusiness, Giovanni Iozzia, Direttore EconomyUp e per ascoltare l’esperienza di Daniele Ratti, CEO e Founder di Fatture in cloud che racconterà ai partecipanti come è iniziata la sua avventura da studente e dove è arrivato grazie a chi ha creduto e ha investito sulla sua startup.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 3