Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Pirelli Steelcord

Pirelli Steelcord

Pirelli Steelcord: una soluzione di data collection con i terminali industriali wireless riduce gli errori e garantisce tracciabilità e rintracciabilità del prodotto lungo tutta la filiera produttiva

01 Nov 2009
Pirelli Steelcord è la business unit del Gruppo che si occupa
della produzione di cordicella metallica per pneumatici radiali e
di filo tubi per applicazioni idrauliche in condizioni di alta
pressione. L’azienda sta fronteggiando la concorrenza
globale di produttori localizzati in Paesi in via di sviluppo, in
un contesto di mercato che impone una continua riduzione dei
prezzi di vendita. L’efficienza nella gestione del processo
produttivo è uno dei fattori critici di successo per
l’azienda, che ha recentemente adottato
un’applicazione di raccolta dati sul campo in tempo reale.
L’obiettivo del progetto consiste nell’integrazione
del sistema informativo di produzione con i sistemi di gestione
della qualità, con la possibilità di avere dati archiviati in
un unico database consultabile in tempo reale, diminuendo le
attività di inserimento dati svolte dagli addetti in
stabilimento. Oltre 350 terminali industriali di Symbol Motorola,
impiegati in tutti i siti produttivi di Steelcord, fra cui quello
italiano in provincia di Firenze, vengono utilizzati per
operazioni di tipo diverso: raccolta dei dati di
produzione, raccolta dei dati di qualità, classificazione delle
caratteristiche qualitative misurate, consultazione delle
informazioni sullo stato di macchine e impostazione dei
macchinari
. I terminali comunicano con il sistema
informativo tramite un centinaio di Access Point totali, sempre
di Motorola. Grazie al loro utilizzo per il monitoraggio dei
parametri del processo produttivo, si è ridotta la percentuale
di non conformità e si è ottenuta la tracciabilità e
rintracciabilità del prodotto lungo tutta la filiera produttiva.
Contestualmente gli assistenti di produzione hanno semplificato
la propria attività di gestione dei dati, dedicando più tempo
all’elaborazione e analisi dei dati.

Nello stabilimento italiano di Figline Valdarno, in particolare
il sistema di data collection è stato implementato da KFI,
società specializzata in soluzioni di identificazione e raccolta
dati automatica. Lo stabilimento italiano conta 450
dipendenti e produce 7.300 bobine giorno identificate con
barcode. Ciò significa 51.800 letture, al giorno equivalenti a
36/minuto.

Articolo 1 di 5