Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Mes

Mes

Mes: lo scambio elettronico dei documenti via EDI con i fornitori riduce notevolmente i tempi legati al ciclo dell’ordine e gli errori connessi alla gestione

01 Mag 2010
Mes opera da ormai più di 10 anni nella vendita e distribuzione
di materiale elettrico, automatismi eprodotti illuminotecnici. I
settori merceologici trattati dall’azienda sono quelli
storici del materiale elettrico (civile, industriale, navale,
illumino-tecnico, automazione). Nella gestione del
rapporto con i fornitori più strategici viene utilizzato il
sistema Web EDI
di Metel. Con questi fornitori vengono
scambiate quasi tutte le tipologie di documento disponibili: il
listino viene scambiato con il 90 % dei fornitori, al 20 % di
questi vengono inviati anche gli ordini, mentre il 30 % invia a
Mes la conferma d’ordine e l’avviso di spedizione. La
fattura è il documento più scambiato in assoluto e viene
scambiata tramite il sistema Metel con il 50 % dei fornitori. Con
18 fornitori l’integrazione può ritenersi completa, mentre
con altri 12 viene scambiata solo la fattura.

L’utilizzo dello scambio elettronico dei documenti ha
consentito di ridurre notevolmente i tempi legati al ciclo
dell’ordine e gli errori connessi alla gestione dello
stesso. L’integrazione con il sistema Metel non è stata
onerosa, in quanto il gestionale utilizzato da Mes, sviluppato
appositamente per le aziende del settore, contiene nativamente lo
standard adottato dalla filiera e non necessita dunque di
particolari personalizzazioni.

Lato clienti, è stato recentemente realizzato un portale di
eCommerce che dà la possibilità di emettere gli ordini e di
accedere ai dati e alle informazioni sul relativo stato di
avanzamento. Sempre con il supporto di Metel l’azienda sta
avviando un progetto di conservazione sostitutiva delle fatture
attive (circa 3.000 ogni mese), che attualmente vengono inviate
ai clienti tramite un servizio di postalizzazione cartacea.

Articolo 1 di 5