Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Marzotto Group

Marzotto: un progetto Web based per includere le lavorazioni esterne

Marzotto: un progetto Web based per includere le lavorazioni esterne nella pianificazione della produzione

01 Ott 2009
Marzotto Group è una realtà internazionale che sviluppa
business per oltre 300 mln di euro: è suddivisa in business unit
e legal entity posizionate in specifici settori del tessile
laniero e non: lusso, moda, quick service, ma anche cotone e
lino. L’azienda gestisce l’intero e complesso
processo produttivo, partendo dalla fibra ed arrivando fino al
tessuto finito.

Il rapporto con i fornitori di materie prime è essenzialmente di
tipo tradizionale, non esistono ancora fornitori evoluti
predisposti verso l'utilizzo di soluzioni web-based, tanto
meno dell'EDI. Marzotto ha invece attivato un progetto Web
based per l’integrazione dei propri terzisti, ai quali
l’azienda può ricorrere in presenza di picchi produttivi o
per specifiche lavorazioni. Il progetto, in corso di
implementazione contestualmente al nuovo strato applicativo ERP a
supporto dell’intera Supply Chain, punta alla possibilità
di includere anche le lavorazioni esterne nel processo di
pianificazione della produzione, attività che si colloca come
vero e proprio fattore critico di successo nel settore
tessile.

In sintesi, dall’ERP dell’azienda verrà generata una
richiesta di lavorazione, che diverrà successivamente un
“avviso” che il terzista potrà visualizzare e
gestire sul portale, prendendo in carico la lavorazione sul
portale stesso e fornendo all’azienda la data di previsto
“scarico”. Al termine della lavorazione il terzista
effettuerà lo “scarico” sul portale che genererà in
automatico uno stato di “attesa merce”; durante tutto
l’elapsed della lavorazione lo stato di avanzamento del
terzista verrà monitorato e gestito da uno schedulatore che
sulla base dei continui aggiornamenti provvederà a riproiettare
il piano di produzione e le scadenze cliente.

Marzotto ha lanciato anche un progetto basato sull’EDI
rivolto ai clienti più importanti, ottenendo tuttavia una
risposta piuttosto limitata. Solo una importante realtà tedesca,
che si colloca tra i clienti strategici del gruppo, utilizza
l’EDI per lo scambio di ordini, conferme d'ordine e
fatture. L’EDI, utilizzato in azienda già da qualche anno,
è comunque oggetto di un continuo sviluppo volto
all’ampliamento delle informazioni scambiate e
all’ampliamento delle connessioni attivate. I clienti sono
tuttavia restii verso l’utilizzo di tali soluzioni
tecnologiche. Fatto salvo alcune significative realtà, il mondo
della moda sembra in questo momento più attento alle esigenze
del mondo Retail e alla fidelizzazione del cliente con
l’ottica di aumentarne il numero visite per anno, piuttosto
che alle tematiche dell’integrazione di filiera.

Articolo 1 di 5