Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

unified communication

La comunicazione di Autogrill viaggia sul Cloud

Il Gruppo europeo ha dotato i 4mila dipendenti di strumenti di Social e Collaboration evoluti per rendere il processo di collaborazione e condivisione delle informazioni più flessibile ed efficiente

01 Lug 2013

La capillarità sul territorio attraverso una rete di store e la presenza di headquarter nei principali Paesi europei sono le caratteristiche che hanno spinto Autogrill – primo operatore al mondo nei servizi di ristorazione e retail per chi viaggia – ad adottare strumenti di collaborazione e condivisione della conoscenza per migliorare e rendere più efficace la comunicazione con i collaboratori.

La risposta è stata l’adozione della piattaforma Cloud Google App for Business, implementata da Autogrill con il supporto di Revevol.


Il Gruppo si è dotato di strumenti di Social e Collaboration evoluti (es. presence, chat, calendar, hangout, drive, sites, …) che hanno reso il processo di collaborazione e condivisione delle informazioni più flessibile ed efficiente. Le applicazioni web-based adottate, nate nel mondo consumer, hanno cambiato il modo di lavorare anche grazie all’accessibilità in mobilità.


Al successo dell’iniziativa hanno contribuito sia l’adozione preliminare della soluzione da parte del top management – prima del rilascio ai circa 4.000 utenti dislocati sul territorio europeo -, sia la progressiva integrazione della soluzione con l’architettura di Aconnect, enterprise portal “hybrid” di ultima generazione, che integra asset propriamente enterprise con asset e tecnologie Cloud SaaS, a partire da aspetti di user lifecycle management, identity e access management.

Una policy per il Cloud

Aspetto importante per la progressiva diffusione del Cloud in azienda è stata l’introduzione di una Cloud Policy, che prevede la conduzione di risk analysis per identificare e quantificare potenziali rischi collegati all’adozione di piattaforme Cloud e la definizione di misure di mitigazione per ridurre eventuali rischi ad un livello residuo considerato accettabile.

La maturità del mercato Cloud su queste piattaforme ha consentito da un lato di gestire sempre meno problematiche tecnologiche, consentendo una maggior focalizzazione sulle esigenze di business, dall’altro di introdurre in azienda piattaforme nate in ambito consumer, ulteriore step per avvicinare Autogrill ai consumatori attraverso la costante condivisione di informazioni.

Il Gruppo Autogrill

Con ricavi complessivi che nel 2012 hanno superato i 6 miliardi di euro.
 Presente in 39 Paesi con circa 63.000 collaboratori, gestisce 5.300 punti vendita in 1.200 location, opera prevalentemente tramite contratti di concessione all’interno di aeroporti, autostrade e stazioni ferroviarie, con presenze selettive nelle città, nei centri commerciali, nei poli fieristici e nei siti culturali.

Il Gruppo è attivo in due settori: il Food and Beverage, che genera il 67% dei ricavi di Gruppo e il Travel Retail & Duty Free, che ne realizza il restante 33%. La ristorazione costituisce il business storico del Gruppo e viene sviluppata prevalentemente in Europa e Nord America. Il Travel Retail presenta una forte concentrazione in Europa, ma si caratterizza anche per una presenza in Medio Oriente, nelle Americhe e in Asia.

Fra marchi di proprietà e in licenza, il patrimonio del Gruppo comprende oltre 350 brand internazionali e locali.
 Nell’area Food & Beverage Europa lo sviluppo di soluzioni Cloud aziendali è stato guidato dalla volontà di rispondere a esigenze tipiche del business in cui il Gruppo opera.

Articolo 1 di 5