Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

strumenti

L'importanza delle basi: perché i biglietti da visita continuano a essere fondamentali nel business 2.0

Ci sono degli strumenti di socialità e lavoro che non possono essere soppiantati da un loro alter ego virtuale. Il biglietto con tutte le informazioni utili per essere contattati rimane un mezzo di comunicazione finalizzato a promuoverci nel miglior modo possibile distinguendoci dalla massa

23 Nov 2015

Redazione

Nell’epoca della telematica, quasi ogni azione ed ogni oggetto sono stati trasposti online. Ma ci sono comunque degli strumenti di socialità e lavoro che non possono essere soppiantati da un loro alter ego virtuale. Uno di questi è proprio il biglietto da visita, spesso sottovalutato rispetto alla sua reale importanza.

Inventato in Francia intorno al 1700, averlo con sé durante incontri fuori dalle proprie sedi di lavoro o incontri casuali è molto importante: con un semplice gesto, si danno al proprio interlocutore tutte le informazioni utili per essere contattati, senza il bisogno di perdere tempo registrando numeri o indirizzi email. Si tratta infatti di un mezzo di comunicazione finalizzato a promuoverci nel miglior modo possibile, ovvero distinguendoci dalla massa.

Il biglietto da visita deve quindi essere strutturato in maniera ottimale. Essere chiaro, ben leggibile, contenere tutte le informazioni utili, ma essere anche accattivante e catturare subito l’attenzione di chi lo riceve. Si tratta infatti di una specie di vetrina, che deve essere ben allestita e dare nell’occhio, ma senza esagerare. Altrimenti, si rischierà di fare una cattiva impressione e di apparire come dei professionisti scadenti e approssimativi.

Ci sono alcune App, come ad esempio BoBL, che hanno provato a telematicizzare questo oggetto. Basato sulla tecnica del messaggio istantaneo o della scansione del QR code, quest’App vuole appunto eliminare il cartaceo, ritenuto scomodo e anacronistico.

Ma la verità è che qualsiasi alternativa al biglietto da visita cartaceo già bell’e pronto prevede sempre dei passaggi in più che non fanno che rallentare e ostacolare la comunicazione con l’interlocutore e l’immediatezza della propria presentazione.

Ad ogni modo, internet può comunque tornare utile quando si parla di biglietti da visita. Sono infatti diverse le realtà online che si occupano proprio della stampa e personalizzazione a costi davvero convenienti e spedizioni veloci. Un esempio di sito web dedicato alla stampa dei biglietti da visita è pressup.it, leader nel settore.

A tal proposito, quando si arriva al punto saliente, ovvero alla scelta del proprio biglietto prima che venga stampato, ricordatevi di scegliere con cura forma e dimensioni. I più classici hanno forma rettangolare, che solitamente è di 8,5 cm x 5,5 cm, ma sono sempre più diffuse forme alternative e stravaganti, come ad esempio i biglietti quadrati, quelli tondi e quelli ovali. La forma è da scegliere in base alla creatività del proprio mestiere. Se la professione svolta è particolarmente “canonica”, allora è preferibile un biglietto che conferisca sobrietà, precisione e affidabilità. Se invece si tratta di una professione creativa e moderna, allora forme e colori innovativi e fuori dagli schemi saranno i più adatti per dimostrare il proprio genio e le proprie capacità immaginative.

Argomenti trattati

Approfondimenti

B
Biglietti da visita
B
bobl
Q
QR Code
L’importanza delle basi: perché i biglietti da visita continuano a essere fondamentali nel business 2.0

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link

    Articolo 1 di 2