Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Giesse

Giesse

Giesse: riprogettato il processo per migliorare le performance della produzione e rispondere al meglio alle mutate esigenze dei clienti

01 Nov 2009
Con uno stabilimento in provincia di Bologna e filiali in Cina e
Argentina, Giesse produce da oltre 40 anni accessori per
serramenti in alluminio
. Il Gruppo ha conosciuto una
forte espansione nel corso degli anni 90, che ha
portato alla costituzione di GSG International, società che
riunisce la produzione di tutti i marchi del Gruppo: oggi è
presente nelle principali nazioni con sedi commerciali e
magazzini, oltre ad una rete mondiale di distributori ufficiali.
Il portafoglio prodotti conta oltre 8.000 prodotti a
catalogo
, cui corrispondono più di 100 brevetti
registrati. L’azienda conta oltre 500 addetti e nel 2008 ha
raggiunto un fatturato di circa 91 milioni di euro, di cui 30 sul
mercato italiano.

Nel corso degli ultimi anni, alcune caratteristiche del mercato
di riferimento sono cambiate profondamente. La domanda di mercato
ha evidenziato una forte variabilità e le performance del
processo produttivo sono diventate fattori critici per il
successo di Giesse. I clienti richiedono una gamma di prodotti
sempre più ampia, con Lead Time di consegna inferiori rispetto
al passato. Per questo, la società ha intrapreso un progetto di
Lean Production, allo scopo di riprogettare il proprio
processo produttivo
, eliminando le attività a basso
valore aggiunto per migliorare le performance chiave. Il progetto
intrapreso ha richiesto la revisione dei processi e,
conseguentemente, anche dell’ERP SAP aziendale, già in uso
da diversi anni. Attraverso l’analisi della situazione
corrente, sono stati mappati i processi aziendali da un punto di
vista informativo e organizzativo, costruendo il punto di
riferimento per il confronto con il nuovo modello da
implementare. In particolare, l’ERP è stato ottimizzato
per supportare la gestione della produzione attraverso cartellini
Kanban. Ciò ha richiesto un’accurata analisi dei dati
anagrafici dei lotti di materie prime e prodotti finiti, sia per
il reparto produttivo che per il reparto logistico, introducendo
specifici strumenti per la gestione dei cartellini e del relativo
stato di produzione e progettando adeguati sistemi di controllo
del ciclo di vita dei materiali gestiti in logica
Just-In-Time.

La riprogettazione ha portato sensibili miglioramenti nelle
performance chiave del processo: il Lead Time di attraversamento
del ciclo produttivo è sensibilmente diminuito e la gestione
Just-In-Time dei materiali a magazzino ha permesso la riduzione
delle materie prime e dei semilavorati immagazzinati lungo il
processo. Sono diminuite le movimentazioni e la superficie
occupata dai prodotti in stock. La nuova modalità di gestione
della produzione si è dimostrata flessibile, in grado di far
fronte alla variabilità della domanda di mercato ottimizzando il
ciclo produttivo.

Articolo 1 di 5