Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Data protection

GDPR: i consigli di MailUp per gestire la privacy in azienda

Novità, principi e attività da intraprendere in vista del 25 maggio 2018, data in cui diverrà operativo il Regolamento generale sulla protezione dei dati. Un white paper, realizzato in collaborazione con Marco Maglio, Presidente dell’Osservatorio Europeo sulla Data Protection, propone consigli su come convertire gli obblighi di legge in opportunità di crescita e sviluppo

28 Nov 2017

Quali sono le attività da intraprendere in vista dell’applicazione del General Data Protection Regulation (GDPR)? Operativo dal 25 maggio 2018, il testo di legge definirà norme uniche per tutti i trattamenti effettuati nei Paesi dell’Unione Europea e costituisce un importante traguardo per la tutela dei cittadini e per la valorizzazione delle informazioni di cui dispongono le aziende in merito ai propri clienti. Per aiutare le imprese ad affrontare questa transizione, MailUp mette a disposizione “GDPR & dati personali”, il white paper dedicato espressamente al dispositivo comunitario.

Avvalendosi delle competenze dell’Avvocato Marco Maglio, Presidente dell’Osservatorio Europeo sulla Data Protection, il documento ha l’obiettivo di aiutare le organizzazioni ad aggiornarsi e allinearsi alla nuova normativa, esplorando i principi e le questioni applicative che ridefiniranno l’attività di raccolta e trattamento.

Con il ruolo sempre più determinante dei dati personali, considerati come motore di sviluppo per l’impresa, e l’ascesa delle nuove tecnologie di raccolta (Internet delle cose, big data, behavioural advertising, strumenti predittivi), la capacità di prevenzione delle violazioni legali è diventata fondamentale. Partendo da questo presupposto, il white paper si snoda tra gli elementi di novità relativi alle operazioni (informativa, raccolta del consenso, analisi del rischio, profilazione), i diritti dell’interessato (portabilità, oblio, limitazione), i nuovi attori in gioco (Data Protection Officer, DPO) e i rapporti tra aziende e autorità Garante. A chiusura, una guida di taglio pratico per comprendere deadline e attività da condurre, adempiendo agli obblighi di legge e dimostrando la propria privacy compliance.

«Il nuovo Regolamento è una riforma da salutare con favore e ottimismo, e a cui le aziende devono adeguarsi quanto prima, per farsi trovare preparate davanti alla legge e alle sfide del mercato», commenta Marco Maglio. «L’obiettivo del white paper è proprio quello di accompagnare le imprese al cambiamento, offrendo gli strumenti teorici per convertire un impegno legale in opportunità di crescita e sviluppo».

Alberto Miscia, Head of Deliverability and Compliance di MailUp, aggiunge: «I dati personali sono diventati la materia prima di una nuova economia basata sulla conoscenza e l’elaborazione delle informazioni. Creando le condizioni per un uso responsabile e consapevole dei dati, senza barriere giuridiche e differenze normative tra gli Stati europei, il GDPR si pone come strumento di competizione economica rilevante: da mero argomento giuridico a tema strategico per la nuova economia dei dati. Da qui al 25 maggio 2018 le aziende devono necessariamente farsi trovare pronte, integrando il concetto di protezione dei dati all’interno del processo aziendale, per sfruttare le opportunità aperte dalla riforma».

Articolo 1 di 4