Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Fornitori PA

Fatturazione elettronica PA: un servizio “chiavi in mano” aiuta ad adempiere agli obblighi in vigore dal 6 Giugno

Dal prossimo 6 Giugno i fornitori della PA potranno essere pagati solo se emetteranno le fatture in formato digitale “xml.pa” e seguendo precise procedure. L’obbligo riguarderà da giugno2914 la PA centrale, per estendersi entro marzo 2015 anche alla PA Locale. Come affrontare queste scadenze?
Approfondimento di Mara Galetto, Senior Manager BravoSolution

09 Mag 2014

Dal prossimo 6 giugno molte Amministrazioni Pubbliche centrali potranno pagare solo le fatture pervenute in formato digitale XML.PA. E tale divieto si estenderà entro marzo 2015 anche alle Amministrazioni Locali, come previsto dal DMEF 3 Aprile 2013 n. 55. I fornitori dovranno dunque obbligatoriamente inviare le fatture in questo formato tramite SDI – Sistema di Interscambio e poi conservarle, sempre elettronicamente.

Come affrontare questo nuovo adempimento senza rischiare di perdere la riscossione dei propri crediti?

Quale Intermediario Accreditato – e partendo da anni di esperienza a supporto dei processi di acquisto ed appalto del settore pubblico – BravoSolution offre ai fornitori della PA un servizio online“chiavi in mano” per adempiere ai nuovi obblighi di Fatturazione Elettronica. Aderendo al servizio le imprese fornitrici possono:

  • Continuare a produrre le fatture nei formati consueti : il servizio le convertirà automaticamente nel formato XML PA
  • Automatizzare l’invio all’Ufficio PA Destinatario, conformemente al flusso definito dalla norma
  • Conservare elettronicamente le fatture inviate, conformemente a quanto richiesto dall’Art. 3 del DM del 23 gennaio 2004
  • Consultare le ricevute di spedizione/consegna, fascicolandole
  • Essere informate in tempo reale su possibili anomalie bloccanti per la corretta consegna all’Ufficio PA Destinatario (es. errato codice ufficio, campo non compilato)

Per richiedere, senza impegno, maggiori informazioni scrivere a m.galetto@bravosolution.com

Articolo 1 di 5