Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Fabio Perini S.p.A

Fabio Perini

Fabio Perini: una piattaforma collaborativa con gruppi tematici di discussione cross-organizzativi per risolvere problemi, proporre idee innovative o sviluppare progetti comuni

01 Giu 2010
La progettazione e costruzione di macchinari per la
trasformazione della carta rappresentano le attività di Fabio
Perini S.p.A, nata nel 1966 a Lucca, che ha sedi in Europa,
Nord-America, Giappone, Cina e Brasile per un totale di circa
1.000 dipendenti.

Nel 2008 è stato avviata un’iniziativa di Social Network
& Community basata su una piattaforma collaborativa che offre
alle persone la possibilità di creare gruppi tematici di
discussione cross-organizzativi per risolvere problemi, proporre
idee innovative o sviluppare progetti comuni. Il progetto
è partito dall’idea di un dipendente ed
è stato condotto internamente dalla Direzione IT in
collaborazione con l’Università di Pisa seguendo vari step
di diffusione. È stato inizialmente lanciato come progetto
pilota all’interno della Ricerca e Sviluppo coinvolgendo
circa 10 persone e poi è stato diffuso a tutta la funzione e
rilasciato anche per la parte di Customer Service. Le nuove
modalità lavorative abilitate dalla piattaforma sono state
adottate in maniera molto naturale dalle persone che ne hanno
percepito fin da subito i benefici. Il processo di adozione è
stato poi facilitato dalla presenza di spazi di condivisione di
interessi extra-lavorativi e di comunicazione informale
favorendo la coesione e l’intensità dei legami tra
gli utenti
: ogni persona dispone di un proprio profilo
sulla piattaforma arricchito da informazioni personali in modo da
favorire la creazione di relazioni. Attualmente, la piattaforma
è accessibile a tutti i dipendenti, con il
coinvolgimento anche delle sedi all’estero, e si
sta procedendo all’apertura verso alcuni fornitori e
clienti
.

La funzione Risorse Umane è stata il principale sponsor
dell’iniziativa ed il successo delle prime sperimentazioni
ha portato ad accrescere il commitment da parte del vertice
aziendale. L’adesione da parte dei dipendenti è stata del
tutto spontanea e naturale: non sono stati previsti piani di
incentivazione o sistemi premianti, ma gli utenti hanno
riconosciuto fin da subito i benefici generati dalla piattaforma
in termini di supporto alla collaborazione allargata e
condivisione di conoscenza e best practice con più attori.

Articolo 1 di 5