Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Organizzazioni non governative

Non Profit italiane, Microsoft allarga l’offerta spingendo sul Cloud

Cresce l’impegno della casa di Redmond per sostenere il Terzo settore attraverso il programma Technology for Good. Disponibili gratuitamente Office 365 con Power BI, Enterprise Mobility Suite, e CRM Online

01 Set 2016

Redazione

Cresce l’impegno di Microsoft a sostegno del Terzo settore. Se da luglio 2015 sono già 505 le organizzazioni non governative (ONG) che hanno attivato sottoscrizioni a servizi Cloud, l’integrazione di nuovi strumenti di lavoro annunciata alla giornata di presentazione dell’edizione 2016 di Technology for Good (promossa dalla filiale italiana di Redmond insieme a Fondazione Mondo Digitale, Fondazione Cariplo e Techsoup) permetterà di potenziare sul fronte dell’efficienza diversi aspetti strategici alla base delle attività delle realtà non profit garantendo allo stesso tempo autonomia di gestione anche da parte di risorse non esperte di ICT.

L’obiettivo dichiarato è accelerare l’adozione del Cloud Computing grazie al programma di donazione annunciato dal CEO di Microsoft, Satya Nadella, all’ultimo forum di Davos. In virtù di questo annuncio, anche in Italia, l’offerta di soluzioni per le ONG – previa verifica dei requisiti di eligibilità e tramite il sito microsoft.com/nonprofits – si è arricchita per offrire alle organizzazioni gratuitamente Office 365 con Power BI, Enterprise Mobility Suite e CRM Online. In particolare, Power BI consentirà di raccogliere, organizzare, analizzare e leggere i dati in modo semplice e intuitivo, Enterprise Mobility, piattaforma di gestione dei device e delle app in mobilità in totale sicurezza, abiliterà anche un accesso selettivo al patrimonio aziendale, e Dynamics CRM Online, soluzione di customer relationship management, supporterà la creazione e la gestione di relazioni di lungo termine con tutti i diversi stakeholder coinvolti nella vita delle organizzazioni non profit.

Tra queste, molte hanno dato vita a progetti e strumenti che sono diventati case history di riferimento per l’intero settore: IRFID Onlus ha sviluppato l’applicazione LIAR, un innovativo sistema di comunicazione per soggetti autistici, grazie all’utilizzo di sintesi vocale e sensori NFC; Fondazione Banco Alimentare Onlus è riuscita ad aumentare la collaborazione e la comunicazione tra le sue 21 sedi e tra tutti gli utenti sul territorio nazionale grazie al programma di donazione TechSoup e a Office365; Comunità di Sant’Egidio ha utilizzato la tecnologia Cloud basata su Office 365 come servizio di integrazione sociale per le comunità di accoglienza e per le missioni all’estero per i progetti Dream (lotta all’AIDS) e Bravo (iscrizione anagrafica).

«È un fatto davvero positivo», ha dichiarato Giuliano Poletti, Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, «che Microsoft abbia scelto di impegnarsi a favorire la diffusione delle nuove tecnologie nel mondo del non profit per sostenerne la crescita nel segno dell’innovazione. Iniziative come questa danno un contributo allo sviluppo del Terzo Settore, obiettivo alla base della legge delega di riforma elaborata dal Governo e definitivamente approvata dal Parlamento pochi giorni fa».

Articolo 1 di 5