Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

News

La GSMA promuove l’introduzione di tecnologie Mobile in Sanità e dà vita al primo m-Health Innovation Center

La GSMA, associazione mondiale portavoce delle aziende che operano nel settore della comunicazione Mobile, ha annunciato l’11 novembre la firma di un…

24 Nov 2009
La GSMA, associazione mondiale portavoce delle aziende che
operano nel settore della comunicazione Mobile, ha annunciato
l’11 novembre la firma di un accordo con
l’Università di Manchester per la fondazione di un
innovativo Centro di cure Mobile, il Manchester m-Health
Innovation Center
. L’obiettivo principale del
progetto è di promuovere l’introduzione di applicazioni
Mobile di ultima generazione a supporto dei servizi sanitari, per
rispondere in maniera più efficace alle necessità dei pazienti
e alle programmazione delle cure preventive. Secondo la GSMA
l’uso pervasivo della tecnologia Mobile in Sanità
consentirà al cittadino-paziente di avere un ruolo attivo nella
gestione della propria salute. Per raggiungere questo obiettivo
è necessario che siano progettate una serie di
interfacce personalizzabili e interattive, che
possano supportare le attività svolte dai servizi pubblici.

Filosofia su cui si fonda il Manchester m-Health Innovation
Center è la multidisciplinarietà della ricerca, attraverso la
collaborazione tra ricercatori, organizzazioni sanitarie e
partner industriali, per concepire, sviluppare e valutare
soluzioni innovative Mobile in ambito sanitario. Nel centro
saranno intraprese una serie di iniziative volte a sostenere
adeguatamente i servizi sanitari di ultima generazione. Si parla,
ad esempio, di forum per rendere più agevole la collaborazione e
lo scambio di idee tra professionisti, studi approfonditi del
mercato Mobile della sanità, progetti pilota e di organizzare
delle sessioni di formazione in modo da diffondere una maggiore
cultura “tecnologica” tra gli operatori del
settore.

«Il connubio tra tecnologia Mobile e assistenza sanitaria
può portare ad enormi benefici, in termini di riduzione dei
costi e di miglioramento della qualità dei servizi rivolti ai
pazienti», ha dichiarato Michael O’Hara, Chief
Information Marketing Officer della GSMA.

Secondo la Professoressa Nancy Rothwell dell’Università di
Manchester: «È di fondamentale importanza collaborare con
la GSMA per la traduzione delle teorie in pratica. La sanità
sostenibile e il benessere sono annoverate tra le sfide
principali per la società globale, e il potenziale di
cambiamento, attuabile attraverso l’utilizzo delle
tecnologie Mobile, fa intravedere interessanti possibilità di
miglioramento nella salvaguardia della salute dei
cittadini».

Tra i progetti a cui il Manchester m-Health Innovation Center sta
lavorando di particolare rilievo sono lo sviluppo e
l’implementazione di applicazioni “assisted
living” e di chioschi virtuali. Il primo progetto, che
supporta in particolare l’assistenza
domiciliare
, consente ad esempio ai pazienti
affetti da disturbi psichici
di registrare in tempo
direttamente sul proprio telefono cellulare i dati relativi ai
medicinali assunti, ai sintomi e al proprio umore. I dati possono
così essere inviati in modo immediato e semplice direttamente al
proprio medico curante. Il secondo progetto prevede
l’introduzione di chioschi virtuali per il
monitoraggio della pressione sanguigna, del
battito cardiaco, della temperatura e dei livelli di glucosio
direttamente a casa o in ufficio. I chioschi attraverso la
tecnologia Mobile si potranno inoltre interfacciare in modo
sicuro ai sistemi di clinical health record e di personale health
record.

Articolo 1 di 5