Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

BIG DATA

È l’ora del Visual Analytics

Al Sas Forum 2013 l’AD Marco Icardi mette l’accento sulla semplicità di visualizzazione dei dati

17 Apr 2013

Manuela Gianni

Marco Icardi, AD di SAS ItaliaUn parterre di 1200 persone ha affollato quest’anno il Sas Forum, tradizionale appuntamento organizzato dalla software house specializzata nella Business Intelligence e Analytics con i propri clienti e partner, che ha avuto l’attore Marco Paolini come ospite d’onore.

L’Amministratore Delegato Marco Icardi ha colto l’occasione per fare il punto sulla strategia dell’azienda, sottolineandone la crescita organica nel tempo (13 mila persone nel mondo, 140 in Italia e 2,8 miliardi di dollari di fatturato, senza aver mai realizzato acquisizioni) e la focalizzazione sui Business Analytics da sempre, mentre ora la tematica dei Big Data è sulla bocca di molti vendor.

“Da 37 anni ci occupiamo di analisi dei dati, aggiornando costantemente la tecnologia e mantenendo al nostro interno competenze e know how che ci permettono, insieme ai nostri partner, di dare ai clienti servizi personalizzati lavorando su architetture anche molto complesse. Grandi player oggi si affacciano in quest’area, che è in forte crescita, ma per loro si tratta di un business marginale”.

Icardi ha sottolineato che l’andamento positivo del settore sta avendo un impatto positivo sull’occupazione: “Cresce la richiesta di Data Scientist, una nuova figura professionale. Sas Italia negli ultimi due anni ha formato 100 persone che hanno trovato un’occupazione permanente presso i nostri partner o presso di noi”, ha detto.

L’aspetto più innovativo dell’offerta riguarda ora la presentazione dei risultati, le interfacce, un aspetto chiave dato che sono i manager, e non certo i tecnici, che hanno bisogno di leggere e interpretare i dati di business che li aiutano a prendere le decisioni. “La semplicità di utilizzo è determinante – ha affermato il manager, parlando con un iPad in mano -. Bisogna saper presentare una storia in pochi minuti, con una comunicazione diretta e visuale: un’immagine con la possibilità di andare nel dettaglio. Con i Visual Analytics possiamo raggiungere l’ultimo miglio della comunicazione. Oggi siamo all’avanguardia, e forniamo accesso ai dati da tutti i dispositivi mobili”.

L’AD di SAS ha anche annunciato una nuova iniziativa: per un mese le aziende che ne fanno richiesta avranno a disposizione gratuitamente la licenza del software di Visual Analytics, l’hardware per l’installazione e il supporto di un SAS eVAngelist per il traning on the job e l’affiancamento.

Articolo 1 di 4