Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

News

Assegnato a un consorzio italo-svizzero un finanziamento Eurostars per sperimentare le tecnologie a radiofrequenza sui farmaci del Canton Ticino

Dal 2007 la Commissione Europea ha avviato un programma, denominato Eurostars, che mette a disposizione dei finanziamenti a favore delle aziende con meno di…

29 Giu 2010
Dal 2007 la Commissione Europea ha avviato un programma,
denominato Eurostars, che mette a disposizione
dei finanziamenti a favore delle aziende con meno di 250
dipendenti che investono almeno il 10% del loro fatturato in
attività di ricerca e sviluppo. Tali attività devono
contemplare progetti multinazionali guidati da una Piccola o
Media Impresa ma aperti ad altri partecipanti, quali ad esempio
università, organizzazioni di ricerca e grandi aziende.

L’ultimo vincitore di tali finanziamenti si chiama
PharmaID, un progetto che intende fare uso della
tecnologia a radiofrequenza per garantire l’identificazione
e la tracciabilità dei farmaci. PharmaID sarà realizzato da un
consorzio formato da accademici e industriali svizzeri e
italiani. Per i prossimi due anni si effettuerà una
sperimentazione sul territorio del Canton Ticino che prevede
l’applicazione di etichette elettroniche (RFId)
sull’imballaggio dei farmaci
dell’azienda
Cerbios-Pharma. Tali etichette consentiranno di gestire in modo
integrato le informazioni relative alla logistica e lo stoccaggio
dei farmaci, permetteranno di tenere monitorate le
condizioni ambientali
in cui quest’ultimi sono
conservati e trasportati, aiuteranno nella lotta alla
contraffazione
e forniranno un utile supporto in caso di
eventuali urgenze come il ritiro di stock di
prodotti
dal mercato.

Articolo 1 di 5