salute mobile

EhcoBUTLER, App e piattaforma ICT per assistere gli anziani con disturbi cognitivi

In Sardegna parte la sperimentazione del progetto co-finanziato dalla Commissione Europea che coinvolgerà più di 1.000 pazienti over 65 con decadimento lieve o moderato in 5 Stati Membri EU28, Serbia e Israele. Obiettivi: aumentare la qualità della vita delle persone anziane, ridurre i costi dei sistemi sanitari dell’Unione Europea e migliorarne l’efficienza

25 Ago 2015

Redazione

Se in Sardegna nel 2012 la maggioranza della popolazione si collocava tra i 35 e i 50 anni, nel 2022 secondo le previsioni la concentrazione si sposterà sulla fascia 50-60 anni. Nel 2012 gli anziani colpiti da varie forme di demenza sono stati ben 15.000, e il numero è destinato a raddoppiare nell’arco di 15 anni.

Sulla scia di queste analisi è partito il progetto ehcoBUTLER, che punta a migliorare lo stile di vita e l’assistenza sociale delle persone anziane affette da disturbi cognitivi grazie a un’innovativa piattaforma ICT e una serie di App per la salute. Infatti, le persone anziane che soffrono di declino cognitivo spesso non sono in grado di riportare in maniera adeguata le informazioni sul loro benessere fisico ed emotivo, o di tenere traccia dei loro farmaci, di rispettare gli appuntamenti per le cure. La piattaforma si propone quindi di colmare queste lacune, consentendo la condivisione delle informazioni sullo stato di salute fisico e mentale con i membri della famiglia, gli operatori sanitari e gli operatori sociali professionisti, con un’applicazione basata su due gruppi di moduli: il “Leisure Modules” (Amici, Il Libro di Vita, Videoconferenza, Le mie Memorie…) e il “Care Modules” (Raccomandazioni Nutrizionali, Terapie Cognitive, ecc..). A questi si aggiungono alcuni moduli orizzontali, tra cui l’“Agenda” – che supporta i moduli terapeutici -, il “Market” – che consente agli utilizzatori di scaricare nuove App sviluppate da terze parti -, il “Research” – che consente agli specialisti di implementare diversi modelli predittivi per individuare i modelli di evoluzione dei pazienti -, il “Management e Follow-up”, che controlla lo stato degli utilizzatori e gestisce le loro informazioni.

EhcoBUTLER è nato a seguito della fruttuosa sperimentazione del progetto Butler su 1.500 anziani spagnoli affetti da decadimento cognitivo lieve, che ha dimostrato la buona fruibilità del sistema e il rallentamento del decadimento di alcuni anni. Si è così arrivati allo stanziamento di un budget di 3,6 milioni di Euro, co-finanziato dal piano Horizon 2020 della Commissione Europea per 2,9 milioni di Euro, per avviare il test della piattaforma per 20 mesi in 5 Stati Membri EU28 (Paesi Bassi, Spagna, Grecia, Francia, Italia), 1 Stato Candidato (Serbia) e 1 Nazione Associata (Israele), che coinvolgerà più di 1.000 pazienti over 65, indipendenti, con conoscenze informatiche basilari e decadimento cognitivo lieve o moderato.

La sperimentazione punta quindi contemporaneamente ad aumentare la qualità della vita delle persone anziane, ridurre i costi dei sistemi sanitari dell’Unione Europea e migliorare la loro efficienza, il tutto utilizzando una soluzione di assistenza socio-sanitaria auto-sostenibile e facilmente sfruttabile all’interno dei sistemi sanitari europei.

EhcoBUTLER, App e piattaforma ICT per assistere gli anziani con disturbi cognitivi

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link