Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Consorzio Autotrasportatori Marchigiani

Consorzio Autotrasportatori Marchigiani

Consorzio Autotrasportatori Marchigiani: completato in quattro mesi il passaggio alla conservazione sostitutiva, per ridurre la movimentazione della carta e gli archivi

01 Feb 2010
Il Consorzio Autotrasportatori Marchigiani è una società
cooperativa consortile che raggruppa 45 autotrasportatori cui
eroga servizi amministrativi quali ad esempio la gestione della
contabilità e l’invio della dichiarazione dei redditi. Il
Consorzio impiega direttamente 12 dipendenti e fattura circa 14
milioni di euro all’anno, gestendo circa 6000 fatture
attive e 2500 fatture passive. Le fatture attive emesse vengono
inviate sia ai consorziati (per i servizi amministrativi) che ai
clienti dei trasportatori (per i servizi di trasporto forniti dai
trasportatori consorziati)direttamente dal Consorzio: il 25% dei
destinatari delle fatture le riceve via email in formato pdf, il
restante 75% dei clienti richiede invece l’invio della
fattura cartacea via posta.

Dal gennaio 2008, il Consorzio utilizza il servizio di
conservazione sostitutiva a norma delle fatture attive offerto
dalla propria banca (Intesa Sanpaolo). L’avvio del progetto
ha richiesto circa 4 mesi e l’investimento sostenuto è
quantificabile in poche giornate-uomo. La decisone di ricorrere
al servizio di conservazione sostitutiva è stata presa
principalmente con l’obiettivo di ridurre i flussi e gli
archivicartacei, al fine di diminuire il più possibile la
movimentazione della carta durante lo svolgimento delle attività
amministrative.Il Consorzio sta valutando l’opportunità di
procedere alla digitalizzazione dei Documenti Di Trasporto in
modo da conservare in maniera sostitutiva anche tali documenti.

Articolo 1 di 5