Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

WHITE PAPER

Come si fa Network Orchestration, triangolando SDN, NFV ed Ethernet Fabric

Non lo si dice mai abbastanza, ma la virtualizzazione richiede una rete fisica affidabile ed integrata come substrato di trasporto. Con un networking a sua volta gestito da una nuova intelligenza e da nuovi modelli d’astrazione, come sdn e nfv

08 Set 2014

Piovono acronimi e nuovi modelli tecnoligici con il cloud e la virtualizzazione ma, nella nuova era digitale del data center, orientarsi non è sempre facile.

Tra le tecnologie emergenti ci sono il Software-Defined Networking (SDN) e la Network Functions Virtualization (NFV): entrambe condividono un approccio al networking basato sul software, a supporto di reti più scalabili, agili e innovative. Perno tecnologico dell’infrastruttura è l’Ethernet Fabric, basata su un nuovo concetto di switching.

In questo e-book Brocade fotografa un’evoluzione significativa del data center dal punto di vista del computing, dello storage e del networking, sfruttando SDN, NFV ed Ethernet Fabric. Il triangolo d’oro della strategia consente una vera e propria network orchestration che porta:

  • incremento dell’agilità del business, miglorando il coordinamento, la gestibilità e il contorllo della rete
  • riduzione dei costi operativi, grazie alla capacità di automatizzare il provisioning e le procedure di gestione della rete
  • riduzione dei costi legati all’acquisizione di dispositivi di rete fisici come router, firewall e appliance di sicurezza
  • miglioramento della qualità del servizio, assicurando che le applicazioni e le attività raggiungano l’adeguato livello di reattività
  • potenziamento della sicurezza, attraverso il blocco o il reindirizzamento del traffico secondo regole software-defined

Secondo IDC il 49% degli IT manager sostiene che sfruttare le tecnologie del data center incrementa la produttività dello staff e l’efficienza operativa mentre il 40% afferma come l’implementazione di software di gestione, servizi e processi comuni sia prioritaria per ambienti cloud e non. Il 39% degli intervsitati richiede strumenti di software management e il 24% sta ragionando su investimenti che introducano in modo massiccio strumenti di automazione e orchestration.

Come si fa Network Orchestration, triangolando SDN, NFV ed Ethernet Fabric

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Google+

    Link

    Articolo 1 di 5