Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

CAM

CAM

CAM: i clienti ora possono scegliere se ricevere la fattura in formato pdf via e-mail o in modo tradizionale, per posta

01 Mag 2010
CAM – azienda veneta presente in tutti i mercati ittici
d’Italia – si occupa dal 1969 di allevare, selezionare e
lavorare molluschi, crostacei, pesce fresco e surgelato che
commercializza all’ingrosso e al minuto rivolgendosi a due
categorie di clienti principali: i grossisti e la Grande
Distribuzione Organizzata per un fatturato 2009 di circa 55
milioni di euro. Vista la necessità della GDO di
ricevere le fatture e i documenti di trasporto in formato
elettronico
, CAM ha sviluppato una soluzione di
fatturazione attiva telematica. L’azienda invia al provider
del servizio di fatturazione alcuni file, generati dal proprio
sistema informativo, contenenti i dati relativi alle fatture da
preparare, creati sulla base delle informazioni inserite nel
sistema gestionale aziendale. Il provider provvederà quindi ad
analizzare i dati strutturati ricevuti e a tradurli in fatture,
occupandosi della stampa e della spedizione dei documenti.
Ciascun cliente di CAM – grazie a tale servizio – può scegliere
di ricevere la fattura in formato digitale (PDF) via e-mail o in
formato cartaceo per posta. Per non stravolgere le abitudini
aziendali e quelle dei clienti, CAM che opera in un settore
caratterizzato fortemente da processi cartacei – solo in uno step
successivo – aggiungerà anche la gestione elettronica
dei documenti di consegna con lo scopo di ridurre la componente
cartacea.

Il servizio è gestito da Intesa Sanpaolo, che si occupa anche
dell’archiviazione e conservazione sostitutiva dei
documenti
nel rispetto della normativa vigente. Le
soluzioni di fatturazione elettronica e conservazione sostitutiva
adottate assicurano benefici significativi: basti pensare che
il volume di fatture attive scambiate si aggira attorno
ai 100.000 fogli all’anno
. L’archiviazione e
conservazione sostitutiva di questi documenti comporterà anche
notevoli benefici in termini di gestione delle spazio attualmente
richiesto dall’archivio fisico delle fatture emesse.

Articolo 1 di 5