Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

Business Case

Cabel

Ridurre i costi di gestione della documentazione bancaria grazie ad un sistema di firma digitale remota e di conservazione sostitutiva a norma

09 Nov 2011

Cabel Holding, attraverso la controllata Cabel Industry, si occupa di sistemi gestionali bancari a 360 gradi tramite l’erogazione in outsourcing dei servizi legati ai sistemi informativi e all’ottimizzazione dei processi negli istituti finanziari.

Nel 2009, Cabel ha intrapreso il Progetto Descartes, che prevede la dematerializzazione e la conservazione sostitutiva a norma dei documenti cartacei: attualmente, tutta la documentazione relativa ai rapporti con la clientela viene creata e conservata nel solo formato elettronico con l’utilizzo delle tecnologie basate su firma digitale remota.

Grazie al Progetto Descartes – che ha inizialmente previsto l’analisi dei processi di back-office e front-office di una filiale bancaria del gruppo Cabel – ciascun operatore di sportello può predisporre in tempo reale dell’intera documentazione necessaria allo svolgimento della propria attività direttamente e solo in formato digitale PDF.

Il nuovo sistema di firma remota fornito da Aruba per la sottoscrizione dei documenti digitali necessita di un computer collegato a Internet, di una One Time Password (OTP) personale generata da un apposito dispositivo – distribuito ai dipendenti delle filiali e ai clienti – e di un software specifico installato allo cassa.

Il dispositivo è costituito da una chiavetta USB che, in base ad un algoritmo personalizzato, genera il codice OTP. L’inserimento a sistema dei corretti codici dinamici OTP, di username e password permette di firmare digitalmente i documenti in formato digitale.

Angelo Scuri, responsabile del Progetto presso Cabel, afferma che “i documenti PDF con firma digitale remota vengono conservati nei sistemi di archiviazione documentale a norma con una consistente riduzione dei costi per i materiali di consumo per la stampa e per il mantenimento degli archivi cartacei“.

L’utilizzo della firma digitale è possibile anche attraverso un’applicazione software che i clienti possono installare sul proprio smartphone. L’applicazione genera di volta in volta un codice a barre OTP, la cui lettura avviene attraverso le webcam in dotazione agli sportelli direttamente dal monitor dello smartphone del cliente.

La nuova modalità di conservazione sostitutiva a norma consente l’accesso alla documentazione in tempo reale sia per i dipendenti della banca, attraverso i sistemi informativi bancari interni, sia per i clienti sulla piattaforma Internet banking.

Soprattutto il progetto Descartes ha contribuito ad un miglioramento dell’attività svolta allo sportello in termini di efficienza a garanzia di una maggior qualità del servizio reso al cliente.

Articolo 1 di 5