Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Azienda Ospedaliera Universitaria di Udine

Azienda Ospedaliera Universitaria di Udine

Cresce il ruolo della Direzione ICT, con un’organizzazione orientata ai progetti e alle relazioni fra le risorse coinvolte

01 Nov 2009
L’Azienda Ospedaliera Universitaria Santa Maria della
Misericordia di Udine ha, come istituzione, oltre 700 anni di
vita: il più antico documento che ne attesta l’esistenza
risale, infatti, al 1282. Nel corso degli anni l’azienda ha
subìto diverse ristrutturazioni e attualmente è in atto la
costruzione di una struttura ospedaliera moderna, in linea con i
più elevati standard europei e internazionali.

La Direzione ICT è composta da due Strutture Ospedaliere
Semplici (SOS): il “Sistema Informativo e
Monitoraggio”, in Staff al Direttore Generale, e la
“Gestione Tecnologie Informatiche”, appartenente al
Dipartimento Tecnologico. Oggi le due aree sono state accorpate
sotto il controllo di un unico responsabile, pur mantenendo le
peculiarità proprie di ciascuna delle due SOS, al fine di
realizzare una Struttura Ospedaliera Complessa (SOC): SOC
“Tecnologia dell’informazione e della
telecomunicazione”. La SOS “Sistema Informativo e
Monitoraggio” è prevalentemente dedicata alla funzione di
monitoraggio e valutazione degli obiettivi aziendali – ai
vari livelli operativi e decisionali – e
all’elaborazione dei dati per il supporto amministrativo e
di governo delle SOC Aziendali. Il mandato della SOS
“Gestione Tecnologie Informatiche” riguarda invece il
management e l’innovazione delle Tecnologie Informatiche e
delle Telecomunicazioni in dotazione all’azienda.

La Struttura SOC organizzata in due gruppi di lavoro trasversali
alle SOS: il gruppo dell’Information Technology, che si
occupa dei Server e delle circa 2.000 postazioni di lavoro
informatiche presenti in azienda, e il gruppo dedicato alla
Communication Technology, che gestisce la manutenzione e
l’evoluzione della rete dati e di fonia. Le due SOS
partecipano e coordinano anche alcuni progetti strategici
aziendali in ambito informatico quali, ad esempio,
l’introduzione dei bracciali sanitari per
l’identificazione dei pazienti, le casse automatiche per i
pagamenti dei ticket e il PACS aziendale.

All’interno della Direzione ICT, oltre al CIO, sono
presenti due risorse dedicate al Supply Management, tre dedicate
al Demand Management, tre al Project Management e sette al Nucleo
Operativo.

L’organizzazione attuale è, quindi, maggiormente orientata
alla parte progettuale e relazionale, anche a fronte dei numerosi
progetti di innovazione in corso. Il CIO ritiene che, affinché
le fasi di mediazione tra i vari soggetti abbiano successo, sia
fondamentale la presenza di Project Manager con buone capacità
dialettiche e di mediazione. Le decisioni interne alla Direzione
ICT sono prese attraverso meccanismi collettivi di confronto: il
risultato finale è un coinvolgimento proattivo di tutte le
realtà chiamate a portare opinioni nei momenti di decisione.

Articolo 1 di 5