Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Supply Chain

Aspiag, la domanda guida la strategia di merchandising

La più grande azienda che fa capo al consorzio Despar punta sulla creazione di planogrammi ottimizzati sulla domanda del consumatore locale, per migliorare la shopping experience dei clienti rispondendo alle loro aspettative di assortimento e prezzo

22 Apr 2014

Redazione

Aspiag Service, la più grande tra le aziende che costituiscono il consorzio Despar Italia, ha puntato su soluzioni tecnologiche di gestione dello spazio e delle categorie merceologiche (Space e Category Management) per migliorare il livello di produttività del punto vendita, ottimizzare l’utilizzo degli spazi, aumentare la redditività dello scaffale e la customer satisfaction.

Per un’azienda che gestisce in un mercato altamente competitivo 206 negozi a marchio Despar, Eurospar e Interspar, con oltre 6.500 collaboratori e circa 350 rivenditori indipendenti, fornire un elevato servizio al cliente è l’obiettivo primario. A sottolinearlo in un comunicato è il CIO di Aspiag Service, Paolo Crea: «La nostra azienda punta moltissimo sull’eccellenza del servizio ai clienti. Vogliamo offrire un’esperienza di shopping migliore rispondendo alle loro aspettative di assortimento e prezzo».

Da queste contingenze è nata l’esigenza di migliorare l’eccellenza del servizio allineando le strategie di merchandising con le modalità di acquisto dei consumatori. Così l’azienda ha cercato una soluzione che le permettesse di ridurre i costi dello stock, determinando la quantità di prodotto da vendere, il tempo necessario per farlo, le quantità da tenere in scorta; ottimizzare lo spazio e l’assortimento; migliorare le decisioni relative alle strategie di categoria a livello di punto vendita; e aumentare l’efficienza monitorando costantemente la disponibilità di spazio sugli scaffali, e la relativa coerenza di assortimento/prodotto.

La scelta è ricaduta sulla suite Space e Category Management del gruppo JDA Software, che punta ad aumentare la coerenza e l’integrità dei dati, migliorare la produttività del negozio, incrementare la redditività e la soddisfazione del cliente, fornire tempestivo accesso alle informazioni in tutta l’organizzazione, ottimizzare l’allocazione dello spazio, ridurre i mark down e i costi di trasferimento delle merci, eliminare assortimenti inadeguati e aumentare la soddisfazione del cliente. La nuova soluzione di gestione dello spazio consente anche una più efficiente creazione di planogrammi ottimizzati sul modello di domanda del consumatore locale, considerando anche le attività promozionali per formati e cluster dei punti vendita.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Articolo 1 di 5