Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Software-defined networking: le 5 cose da sapere

Scarica gratuitamente

Software-defined networking: le 5 cose da sapere

SCARICA IL WHITEPAPER
file_download

La trasformazione dell’ambiente di lavoro può avere successo solo se è stata realizzata un’infrastruttura di rete in grado di raggiungere nuovi livelli di semplicità, mobilità, affidabilità, sicurezza e agilità: ecco perché il passaggio al Software-defined networking può rappresentare un’efficace soluzione

23 gennaio 2017

L’ambiente di lavoro attuale sta attraversando un momento di notevole cambiamento, tra digital transformation, tecnologia mobile, cloud computing, Big Data e Internet of Things.

Stiamo vivendo un’era importante che richiede la modernizzazione delle infrastrutture sottostanti all’ambiente di lavoro digitale. La trasformazione dell’ambiente di lavoro, infatti, può avere successo solo se l’infrastruttura di rete è in grado di soddisfare nuovi requisiti.

Questo cambiamento è la forza trainante del grande passaggio al Software-defined networking. Lo spiega questo white paper, fornito da HPE, che illustra i cinque fattori più importanti da prendere in considerazione per il passaggio al SDN, ovvero:

  1. come ottenere maggiore agilità nell’infrastruttura
  2. in che modo progettare l’automazione e il controllo esterno della rete
  3. quando occorre semplificare la gestione per migliorare le efficienze operative
  4. dove è possibile risparmiare sui costi Capex e Opex
  5. perché separare hardware e software di rete attraverso l’innovazione

Scarica gratuitamente

SCARICA IL WHITEPAPER