Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Nuove soluzioni di connettività per le istituzioni accademiche: il caso LightNet

Scarica gratuitamente

Nuove soluzioni di connettività per le istituzioni accademiche: il caso LightNet

SCARICA IL WHITEPAPER
file_download

Software Defined networking a Trieste dove l’approccio SDN è stato scelto dalle istituzioni accademiche e di ricerca della Provincia per incrementare l’efficienza e l’utilizzazione dell’infrastruttura di rete, eliminando la complessità che normalmente si accompagna alla realizzazione di nuovi servizi

11 aprile 2016

Si chiama LightNet ed è un’infrastruttura di rete ottica metropolitana (cioè dalle dimensioni grandi quanto un’intera città) che interconnette la quasi totalità delle istituzioni accademiche e di ricerca presenti a Trieste, fra di loro e verso la rete nazionale dell’istruzione e della ricerca GARR, garantendo una capacità di banda elevatissima.

Questa rete è stata concepita nativamente con un notevole surplus di capacità di canale. Ampio ma certamente non infinito: i responsabili del progetto si sono quindi successivamente focalizzati sulle funzionalità disponibili in ambito SDN, ritenuto una possibile soluzione per gestire efficientemente queste richieste e questa capacità.

Nel white paper, fornito da Brocade, è spiegato nel dettaglio come l’azienda ha risposto alle elevate esigenze di connettività del polo universitario di Trieste. Leggendolo scoprirete:

  • cos’è e come funziona LightNet
  • com’è composta l’infrastruttura ottica metropolitana del polo universitario triestino
  • quali sono i benefici del Software Defined Networking
  • quali sono i vantaggi della modalità Hybrid Port
  • come ottenere una configurazione flessibile e dinamica della reti

Scarica subito

SCARICA IL WHITEPAPER