Da Yahoo a Apple è allarme identità digitali, come essere meno vulnerabili? - Digital4

Da Yahoo a Apple è allarme identità digitali, come essere meno vulnerabili?

Non sei riuscito a seguire il webinar? Non ti preoccupare!

Il webcast sarà disponibile a breve

Webcast on demand

04 Ottobre 2016
logo-digital4trade

Per accedere ai contenuti del webcast in modalità “on demand” è necessario effettuare l’iscrizione

ISCRIVITI Subito
Nessuna organizzazione è immune dagli attacchi del cybercrime: lo hanno dimostrato i recenti casi che hanno riguardato multinazionali del calibro di Apple, Yahoo e Dropbox, in cui sono stati sottratti i dati di milioni di account, comprese password e informazioni riservate. Le falle sono state scoperte a distanza di anni, come spesso capita nei comuni attacchi, a causa dell’inadeguatezza dei tradizionali sistemi di protezione. La sicurezza via cloud, grazie alla sua flessibilità, può essere la risposta giusta, ma:
Come si possono monitorare e rilevare gli attacchi?
Quali sono le soluzioni di protezione più efficaci?
Come le Pmi possono essere protette dal rischio cryptolocker?
Come si può facilitare la vita ai clienti finali?
Nel corso della diretta streaming, grazie alla collaborazione del vendor di sicurezza Panda Security, cercheremo di rispondere a tutte queste domande e attraverso una demo live mostreremo il funzionamento di una soluzione innovativa in risposta a una minaccia zero-day (non ancora classificata) .

Il giorno precedente il webcast sarà inviato, PREVIA REGISTRAZIONE, un reminder con tutti i dettagli per seguire la diretta.

Interventi
Arrè Gianluca Busco Arrè, Country Manager Panda Security Italia
Falzoni Antonio Falzoni, Responsabile Supporto Tecnico Panda Security Italia
Moderatore
Torchiani Gianluigi Torchiani, Giornalista, Digital4Trade

Per accedere ai contenuti del webcast in modalità “on demand” è necessario effettuare l’iscrizione

Sponsored by
Per informazioni contatta la nostra segreteria: webinar@digital4.biz