Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Cloud Computing

Software-as-a-service per gestire i processi: il caso CSI Piemonte

Una soluzione di workflow management fruita in modalità Public SaaS ha permesso l’automazione dell’intero ciclo di gestione delle prestazioni dei professionisti esterni. E ora l’ente sta valutando una piattaforma Cloud di integrazione

26 Mag 2014

La sede CSI di Corso Unione Sovietica 216 a TorinoCSI Piemonte (Consorzio per il Sistema Informativo) è l’insourcer ICT di Regione Piemonte, Città di Torino e di molti enti pubblici della Regione Piemonte, che si propone di realizzare servizi pubblici innovativi per semplificare la vita di cittadini e imprese e rendere più facile e veloce il loro rapporto con la Pubblica Amministrazione.

Per la fase di realizzazione dei progetti CSI Piemonte fa ampio ricorso a risorse professionali esterne. Questa modalità operativa comporta la frequente attivazione dei processi di recruiting e, una volta completata la fase di selezione, di quelli di contrattualizzazione, provisioning delle postazioni di lavoro e via dicendo. La gestione tradizionale di queste attività prevedeva attività prevalentemente manuali, mentre l’informatizzazione era limitata alla compilazione di documenti e messaggi scambiati via mail tra gli attori delle differenti unità organizzative coinvolte, con significative inefficienze di processo. Una nuova risorsa, dunque, doveva attendere giorni o settimane per essere pienamente operativa, con impatti anche significativi sui costi e sui tempi di progetto.

Al fine di acquisire maggior rapidità ed efficienza, CSI Piemonte ha deciso di adottare una soluzione applicativa di workflow management approvvigionata in modalità Public SaaS (software as a service) da Revevol, partner di Google Enterprise, che abilitasse l’automazione dell’intero processo di gestione dei professionisti esterni. Grazie a questa soluzione è ora possibile attivare in modo semplice tutti i servizi tecnici e amministrativi necessari per preparare e gestire tempestivamente l’ingresso dei nuovi consulenti nelle sedi di CSI Piemonte, rendendo disponibile quanto necessario già dal primo giorno.

La possibilità di monitorare il processo consente, inoltre, di conoscere il punto esatto in cui il processo si trova in un determinato istante e di effettuare eventualmente tutte le azioni di sollecito/escalation necessarie. I servizi sviluppati ed esposti dalla piattaforma Cloud sono stati integrati con il portale intranet di CSI a livello di interfaccia utente per consentire una più semplice fruizione da parte degli utenti. Il progetto ha visto una prima fase di modellazione e reengineering dei processi di recruiting e provisioning, che ha portato notevoli benefici sulle performance dei nuovi processi supportati. L’adozione di una piattaforma Cloud ha consentito di implementare i nuovi processi in soli 7 giorni di attività, un tempo ampiamente inferiore alla personalizzazione e implementazione di un analogo servizio on premise.

Il successo e i benefici evidenziati dal progetto hanno spinto CSI a procedere ulteriormente nell’adozione del Cloud, valutando l’utilizzo di una piattaforma di integrazione as a Service per consentire una maggiore integrazione con i processi e i sistemi aziendali.

Caso tratto dall’Osservatorio Cloud & ICT as a Service “Cloud Journey: un cambiamento possibile!” della School of Management del Politecnico di Milano

Articolo 1 di 5