Questo sito utilizza cookie per raccogliere informazioni sull'utilizzo. Cliccando su questo banner o navigando il sito, acconsenti all'uso dei cookie. Leggi la nostra cookie policy.OK

L'annuncio

IBM aprirà un centro di innovazione per la sanità nell’area Expo

Annunciato un accordo con il Premier Renzi che prevede un investimento da 150 milioni di dollari e l’impiego del cognite computing (Watson). I dettagli sui tempi del progetto e sul numero degli occupati saranno resi noti prima dell’estate. Cereda: «La migliore tecnologia cognitiva oggi disponibile insieme al migliore sistema sanitario a livello mondiale»

31 Mar 2016

Manuela Gianni

Ibm investe nell’area Expo, creando un Centro di Eccellenza europeo dedicato alla sanità e basato sulla tecnologia cognitiva (Watson Health), proprio accanto al polo di ricerca Human Technopole Italy 2040.

Quante persone ci lavoreranno e quando sarà operativo non si sa ancora: il premier Renzi e la CEO di Big Blue, Ginny Rometti hanno siglato un accordo quadro che verrà dettagliato entro il 30 giugno.

«Ibm e il Governo Italiano hanno siglato un accordo che definisce un percorso di innovazione in ambito medico-scientifico. È un investimento da 150 milioni di dollari, significativo per la crescita del nostro paese e che metterà in moto un circolo virtuoso di collaborazione pubblico-privato», ha affermato il numero uno italiano Enrico Cereda.

Diversi gli ambiti di studio: da quello oncologico, alle malattie neurodegenerative, dal fascicolo sanitari elettronico alla genomica.

«L’obiettivo è anche disegnare un modello sostenibile per l’ottimizzazione nella spesa sanitaria farmaceutica che è un’altra parte importante del budget del Governo e delle Regioni, ha sottolineato Cereda, che ha aggiunto che «Questo accordo mette insieme la migliore tecnologia cognitiva oggi disponibile e il migliore sistema sanitario a livello mondiale, in una struttura capace di fornire al paese una spinta significativa all’economia sia alla ricerca medico-scientifica».

Il Centro farà leva su Watson Health, una business unit globale nata nel 2015. La piattaforma cloud di Watson Health consente di utilizzare i dati personali in forma anonima, e di combinare queste informazioni con una vista aggregata di altri dati sanitari, per esempio consentendo ai ricercatori medici di identificare nuovi farmaci, o permettere ai medici di personalizzare le opzioni terapeutiche per i pazienti oncologici.

@RIPRODUZIONE RISERVATA
Argomenti trattati

Approfondimenti

E
expo
I
IBM
R
Renzi
S
sanità

Articolo 1 di 5