Questo sito web utilizza cookie tecnici e, previo Suo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsente all'uso dei cookie. Leggi la nostra Cookie Policy per esteso.OK

Barilla

Barilla: Nel Mulino che Vorrei, il primo progetto italiano di co-generazione delle idee

Barilla: Nel Mulino che Vorrei, il primo progetto italiano di co-generazione delle idee, aperto a tutti i clienti

01 Ott 2009
A marzo 2009 Barilla ha dato vita al primo progetto italiano di
co-generazione delle idee “Nel Mulino che
vorrei”:www.nelmulinochevorrei.it, realizzato in
collaborazione con Ubiquity. Si tratta di una piattaforma di
innovazione partecipativa aperta a tutti e che consente agli
iscritti di comunicare con il brand per contribuire al suo
miglioramento e alla sua crescita. L’utente infatti, sia
esso un esperto o un semplice consumatore, è invitato a
partecipare esprimendo un’idea su come vorrebbe il
prodotto, ilpackaging, le promozioni oppure l’impegno
corporate su tematiche ambientali o di responsabilità sociale.
Le idee sono quindi condivise, votate dalla community e infine
sottoposte ad un’attenta analisi di fattibilità. Se
l’esito sarà positivo, Mulino Bianco si impegnerà a
realizzarle; in caso contrario saranno pubblicamente spiegate le
motivazioni della mancata realizzazione. Si tratta di un caso
particolarmente significativo, dal momento che partendo dalle
idee e dai bisogni espressi dai consumatori si arriva pienamente
all’interno del processo di innovazione aziendale.

L’interessante esperimento è stato supportato da una
campagna pubblicitaria tv e dalla diffusione di contenuti su un
mix di canali eterogenei, in grado di alimentare un traffico che
valorizzi in modo indiretto e naturale un messaggio forte. Sono
ora allo studio delle modalità di interazioni Mobile. La
tecnologia consente quindi alle aziende di relazionarsi in modo
diretto e creativo con i propri consumatori e ciò rappresenta un
elemento chiave per alimentare un piano strategico nel
medio-lungo periodo e supportare quelle iniziative di innovazione
in grado di guidare le aziende verso una crescita sostenibile.

Articolo 1 di 5