Digital bank

Banca virtuale: l’aumento inarrestabile dei conti online e la loro evoluzione

Conosci tutto sulla banca virtuale? Ecco come sta cambiando la concezione di banca e qualche dritta per evitare le truffe online

22 Mag 2015

Redazione

Grazie all’evoluzione della tecnologia digitale sono sempre più in aumento i clienti che preferiscono possedere un conto con una banca virtuale (Hello bank!, CheBanca! e IwBank sono tra le più conosciute in Italia). Questo tipo di servizio offre numerosi vantaggi aggiuntivi che una banca fisica non possiede:

  • velocità nel controllare lo stato del proprio conto corrente;
  • immediatezza per il trasferimento di danaro, ricariche telefoniche ed altri tipi di operazioni;
  • costi inferiori o totale azzeramento dei costi per le operazioni;
  • immediata informazione riguardante i propri dati di contratto, estratti conto e informativa da parte della banca.

Come afferma l’Abi, il numero dei clienti che hanno aperto un conto online sono raddoppiati nell’ultimo anno e questo flusso tenderà ad aumentare data la maggiore presenza di giovani clienti che richiedono l’apertura di un conto facile da controllare e gestire tramite strumenti d’uso comune e quotidiano, come quelli digitali (parliamo di homebanking gestibile dal computer e tramite app dallo smartphone).

In Italia sono 16 milioni i clienti che possiedono un conto digitale e circa 10 milioni ne hanno aperto uno negli ultimi due anni. I correntisti che utilizzano un mobile banking sono per la maggior parte uomini che risiedono al Nord, ben 57.5%; l’81% gestisce il proprio conto tramite computer, il 21.8% lo fa via mobile utilizzando le app per lo smartphone create ah hoc dagli istituti di credito.

In effetti, banche come Intesa Sanpaolo, oppure Hello bank! hanno creato delle app che offrono la possibilità di gestire direttamente il proprio conto. In particolare, l’app di Hello bank! è di immediata fruibilità: basta configurare il proprio account con un numero cliente (una tantum) ed inserire il PIN di sicurezza e l’accesso sarà effettuato. La gestione è semplicissima, sulla schermata dello smartphone si ha la possibilità di visualizzare movimenti, saldo del conto, e cliccare su altre opzioni per effettuare bonifici o pagamenti, tutto in grande sicurezza.

WHITEPAPER
Come cambia il Retail tra ecommerce, piccoli rivenditori e la spinta al cashless
Acquisti/Procurement
Fashion

L’assenza fisica di un operatore non viene percepita negativamente dato che a garantire un appoggio al cliente c’è sempre un gestore contattabile con invio di richiesta tramite l’app stessa. Un supporto a tutto tondo che andrà a facilitare la gestione del proprio denaro depositato in banca.

Spesso molti clienti dalle visioni più classiche, sono restii all’utilizzo di un conto online e preferiscono una banca fisica con operatore disponibile allo sportello, ad una digital bank che non ha una fisicità con cui interfacciarsi per compiere le operazioni. Ovviamente, come in altri casi che riguardano gli acquisti su internet con carta, anche le digital bank sono sicure basta seguire poche regole per evitare delle frodi.

Innanzitutto, per chi possiede una carta di credito e vuole effettuare degli acquisti online, alcune banche offrono il servizio di carta virtuale, che consiste nella creazione di un numero di carta provvisorio, collegato come la carta di credito al proprio conto, da utilizzare esclusivamente per quella operazione in corso. Inoltre, si suggerisce l’utilizzo di prepagate che contengano un importo esiguo giusto solo per un determinato acquisto. Fare attenzione anche al venditore: controllare sempre che abbia pubblicato un indirizzo fisico, un numero di telefono o qualche altro dato per rintracciarlo in caso di ritardi di consegna o inconvenienti.

Quando si controlla il proprio conto online da un computer, fare attenzione a sloggarsi sempre prima di abbandonare la postazione e utilizzare dei browser affidabili, come consiglia l’Unione Nazionale Consumatori. Utilizzare computer personali o sicuri, evitare di controllare il proprio conto da pc appartenenti ad internet point perché ritenuti meno sicuri. Anche quando si controlla il proprio conto dall’app dello smarthpone, sloggarsi sempre prima abbandonare le operazioni. La maggior parte dei conti online, come propria opzione di sicurezza, qualora non siete riusciti ad effettuare il logout prima di chiudere la pagina, lo effettuano in automatico; in effetti, se capita di ritornare dopo qualche secondo sulla pagina del proprio conto dopo averla chiusa, il sistema non permetterà di accedere se prima non sono stati reinseriti di nuovo i dati.

Banca virtuale: l’aumento inarrestabile dei conti online e la loro evoluzione

    LinkedIn

    Twitter

    Whatsapp

    Facebook

    Link