mobile4innovation corrierecomunicazioni
accedi
facebook twitter youtube linkedin rss iscriviti newsletter
dots White Paper dots Eventi dots Video
Digital4Executive

Telepass, un percorso digitale con Intesa per cambiare la mobilità dei cittadini

Tra le prime tappe della trasformazione digitale della società di Autostrade per l'Italia c'è il processo di “onboarding” dei clienti. Un progetto che ha portato al raddoppio delle adesioni in un anno, come raccontano in questa videointervista Dante Antognoni, CEO di Telepass Pay, ed Emilio Baselice, Direttore Generale di Intesa (Gruppo IBM)

di redazione

digital transformation

22 Novembre 2017

Telepass ha deciso l’anno scorso di puntare decisamente sulla digital transformation per cambiare e ampliare il proprio modello di business. L’idea è di trasformarsi da specialista di riscossione automatica dei pedaggi autostradali a fornitore di servizi di pagamento per tutto ciò che riguarda la mobilità: parcheggi, stazioni, aeroporti, strisce blu, rifornimento di carburante, car sharing, taxi, autobus. Per questo Telepass ha dovuto creare una una nuova società “fintech”: Telepass Pay, un circuito di pagamento che supporterà appunto tutti i servizi legati al bisogno di mobilità di tutti, e non solo dei possessori di auto.

Nell’ambito di questa trasformazione, uno dei primi obiettivi è stato digitalizzare il processo di accettazione (onboarding) dei clienti: progetto raccontato in questa videointervista Dante Antognoni, CEO di Telepass Pay, ed Emilio Baselice, Direttore Generale di Intesa (Gruppo IBM).

«Il cliente ha oggi un processo di adesione a Telepass e Telepass Pay completamente digitale su web e app. Stiamo lavorando allo stesso modo per digitalizzare completamente i processi di acquisizione nei "Punto Blu", dove il processo è ancora cartaceo», spiega Antognoni. «12 mesi fa avevamo individuato una soluzione, ma avevamo diversi dubbi soprattutto sulla semplicità dell’esperienza del cliente: l’incontro con Intesa ci ha portato a ripensare l’approccio arrivando alla soluzione che oggi è live e ci ha consentito di raddoppiare in 12 mesi le adesioni sullo stesso canale, senza aver potenziato l’attività di comunicazione».

«La priorità di Telepass era di definire una customer experience estremamente fluida e snella – conferma Baselice -. Vediamo un mercato molto effervescente, le aziende sono convinte della necessità della trasformazione digitale, ma per poterla realizzare occorre tener conto di tanti elementi: non è un progetto tecnologico, ma un cambiamento del modello di business, e Telepass è uno dei pochi che al momento l’hanno affrontata con questo approccio».


TAG: Intesa, Telepass, Gruppo IBM, Telepass Pay, urban mobility, digital payment


iscriviti alla newsletter
iscriviti newsletter