mobile4innovation corrierecomunicazioni
accedi
facebook twitter youtube linkedin rss iscriviti newsletter
dots White Paper dots Eventi dots Video
Digital4

Reporting aziendale: una guida racconta le origini e lo sviluppo degli output nel XXI secolo

Il reporting è morto, viva il reporting. Una guida racconta la storia per descrivere il passaggio dagli output statici agli output dinamici, interattivi e omnicanali, con il superamento dei reporting periodici a vantaggio di output in real time e nuove modalità di visualizzazione, che sfruttano API e strategie opensource

White Paper

28 Agosto 2017


fornito da: Tibco
lingua: Inglese

Il reporting, ovvero la rilevazione periodica dei dati relativi alla gestione e all'andamento di un'azienda e la loro trasmissione ai vari dirigenti e decisori aziendali, è un tassello fondamentale del Big Data Management e della Business Intelligence. Parafrasando il noto detto, questo è il motivo per cui nel XXI secolo, il reporting è ancora ...the King!

A cambiare, oggi, sono la governance e le modalità di accesso ai dati. Si parla, non a caso, di scienza dei dati (Data Science) e scoperta dei dati (Data Discovery) perché, di base, cambiano gli approcci e gli strumenti che aiutano chi gestisce i flussi di informazioni a definire le linee guida di una reportistica di nuova generazione.

Lo spiega questa guida proposta dagli esperti di Tibco che racconta in dettaglio:

  • l'evoluzione del reporting dalle origini ai nostri giorni
  • il passaggio dagli output statici agli output dinamici, interattivi e omnicanali
  • la differenza tra reporting periodici e reporting in real time
  • le nuove modalità di visualizzazione all'insegna della scienza e della tecnica
  • le nuove chiavi abilitanti dell'opensource
  • i plus delle API a supporto del reporting di nuova generazione

 


TAG: reporting, Big Data Management, API, Business Intelligence, Data Science, Data Discovery, governance, Tibco


White Paper


iscriviti newsletter