mobile4innovation corrierecomunicazioni
accedi
facebook twitter youtube linkedin rss iscriviti newsletter
dots White Paper dots Eventi dots Video
Digital4

Internet of Things, anzi Internet of Everything: evoluzione delle infrastrutture di rete

Cloud, Big Data, mobilità unitamente a un mondo di oggetti sempre più intelligenti e comunicanti portano a nuovi paradigmi tecnologici che guidano lo sviluppo del networking di futura generazione, sempre più as a service e pay per use. Gli esperti evidenziano il cambiamento rispetto ai criteri di gestione dei data center.

WHITE PAPER

29 Luglio 2014


fornito da: ICT4Executive
lingua: Italiano

zoomDalla rete alla Rete, Internet da tempo non è più soltanto l'autostrada dei dati. Perno tecnologico della collaborazione e della comunicazione, il Web diventa l'abilitatore di applicazioni che stanno cambiando il nostro modo di vivere e di lavorare. 

L'IT è sempre stato un servizio ma oggi si diversifica su più linee di gestione, con il Cloud computing, il BYOD e le applicazioni in mobilità, così come il VoIP e la Unified Communicaton, oltre a una sensoristica avanzata che viene integrata nelle smart city e nel mondo della produzione per offrire migliori servizi. Da tutto questo nasce una nuova consapevolezza di sistema che legge i Big Data attraverso le Analytics, rivoluzionando il concetto di connessione e di informazione.

L'Internet delle cose sta diventando l'Internet di qualsiasi cosa: il che significa monitorare, tracciare, conoscere, identificare, sapere. La qualità dell'informazione aiuta a capire e a intervernire con una efficienza e una consapevolezza che offre alla governance ICT nuove economie di scala attraverso formule di servizio a pagamento configurate a misura di azienda. Questa eGuide di ICT4Executive aiuta a cogliere tutti gli step dello sviluppo, illustrando gli orizzonti applicativi e le nuove problematiche di gestione come:

  • la creazione di infrastrutture di overlay con un incremento della complessità, delle spese operative (corrente elettrica, attività di manutenzione varie) e del TCO (total cost of ownership); e, ancor peggio, alla proliferazione di apparati
  • la necessità di ridefinire le policy di sicurezza
  • la definizione di precisi Service level Agreement per regolamentare il rapporto con i vari digital provider e cloud provider
  • la progettazione di nuovi paradigmi di scalabilità e di programmazione secondo un modello SDN (software-defined networking)

L'obiettivo principale dei CIO è sempre lo stesso: migliorare l’agilità dell’infrastruttura, nonché ridurre le spese Capex e Opex. Nella Internet of Everything controllare l’intera infrastruttura fisica degli apparati di networking, come switch e router che diventano sempre più intelligenti e performanti, è possibile attraverso un nuovo tipo di programmazione e di controllo che astrae dalla topologia di rete.

 

 


TAG: eGuide, cloud, internet of things, internet of everything, IOT, IOE, cisco


White Paper


iscriviti newsletter