mobile4innovation corrierecomunicazioni
accedi
facebook twitter youtube linkedin rss iscriviti newsletter
dots White Paper dots Eventi dots Video
Digital4

Nuovi modelli di provisioning a supporto dell’hybrid IT transformation

Come abilitare l'agilità, accelerando l'innovazione, ma semplificando la gestione del provisioning delle risorse IT grazie a un unico contratto di servizio che consente di abilitare una logica "pay per use" anche sull'infrastruttura in house. Il CIO è sempre più broker di servizi IT per la propria azienda

23 febbraio - webinar


 
23 febbraio - ore 11.50 -13.10
ISCRIVITI Subito
L’Hybrid IT è ormai considerato l’approccio che meglio consente di rispondere alle esigenze di agilità e flessibilità richieste dal business, ma non è semplice raggiungere l’equilibrio ottimale tra risorse interne e risorse fruite da cloud pubblico e, soprattutto, non vi è un percorso univoco per raggiungere questo obiettivo.
Nel corso del Webinar organizzato in partnership con Hpe Intel, ci focalizzeremo dunque su questo approccio di “servizio a consumo” che consente di usufruire di servizi professionali per la gestione dell’IT, unitamente all’infrastruttura tecnologica necessaria, che aiutano l’azienda a utilizzare il mix ottimale tra risorse interne e servizi cloud esterni. Definito il contratto di servizio, la capacità di elaborazione o di storage viene erogata in base alle esigenze e pagata a consumo (che si tratti di risorse interne o in public cloud), senza che vi sia alcun investimento nell’acquisto di asset fisici.
Le aziende possono così coniugare la scalabilità del “pay-as-you-go” offerta dai servizi in public cloud con la rassicurazione dei servizi IT on-premise, vivendo, anche nel proprio data center, un’esperienza “cloud like”.
Questi i temi che andremo ad approfondire:
 
Come funziona: Il contratto riguarda solo server, storage e risorse di rete o anche il software? È necessario definire prioritariamente dei margini entro i quali il servizio viene erogato oppure si può prevedere una scalabilità infinita? Quali sono i punti di attenzione relativi alla contrattualistica di una offerta a servizio che possa garantire l’azienda sulla qualità del servizio stesso?
Gestione finanziaria: Se per la parte di risorse pubbliche l’attribuzione del costo appare abbastanza chiara, come avviene per le risorse interne? Come ne viene effettivamente conteggiato l’utilizzo?
Coerenza con l’infrastruttura esistente: Se si intraprende questo percorso, tutto il data center deve “migrare” a questa nuova modalità di provisioning? Contratti di servizio di questo tipo possono essere applicati anche alle risorse IT già presenti in azienda o si applicano solo alle risorse aggiuntive? Possono applicarsi a risorse di vendor diversi?
Uptime e reliability delle risorse IT: Quali sono gli elementi di un servizio pay-per-use che garantiscano all’ IT di supportare i nuovi modelii di business a base digitale?
Interventi
 
Ficagna Massimo Ficagna, Senior Advisor, Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano
Guglielmi Giovanna Guglielmi, FC e DC Business Manager, HPE
Moderatore
Fabbri Patrizia Fabbri, Giornalista ZeroUno
 
23 febbraio - ore 11.50 -13.10
Webinar gratuito
Sponsored by
HPE       Intel
Per informazioni contatta la nostra segreteria: webinar@digital4.biz


Intel e il logo Intel sono marchi di Intel Corporation negli Stati Uniti e/o in altri Paesi.
 

TAG: webinar, zerouno, hpe, intel


iscriviti newsletter