mobile4innovation corrierecomunicazioni
accedi
facebook twitter youtube linkedin rss iscriviti newsletter
dots White Paper dots Eventi dots Video
Digital4Marketing

Realtà aumentata e virtuale per allenare i calciatori dell'Hoffenheim

Le tecnologie digitali di ultima generazione aprono nuove frontiere per la formazione, anche nel calcio. Ecco come la squadra tedesca, che milita da oltre un decennio nella Bundesliga, utilizza le soluzioni SAP per l’allenamento (fisico e mentale) dei giocatori professionisti. Soluzioni innovative anche per gestire la comunicazione con i tifosi

di Nicoletta Boldrini

TECNOLOGIA NELLO SPORT

04 Settembre 2017

Anche nel mondo dello sport la tecnologia ha ormai assunto un ruolo di prim’ordine sia per consentire ai team sportivi di avere una relazione più diretta e coinvolgente con i propri tifosi e fan sia per sviluppare nuovi piani di allenamento o migliorare le strategie di gioco, partendo soprattutto dall’allenamento degli atleti.

Durante un tour riservato alla stampa, organizzato da SAP Hybris in Germania, abbiamo potuto visitare il centro sportivo del team TSG 1899 Hoffenheim, squadra di calcio che partecipa da più di dieci anni alla Bundesliga [la massima serie professionistica del campionato tedesco di calcio – ndr] e di incontrare il professor Jan Mayer. Psicologo che lavora nel campo dello sport da oltre vent’anni, oltre a essere titolare di due cattedre universitarie tedesche (in Prevention and Health Management), Mayer oggi è lo “psicologo sportivo” dell'Hoffenheim ed è un forte sostenitore dell’uso delle tecnologie digitali per l’allenamento (fisico e mentale) degli atleti.

In particolare, Mayer lavora da tempo su un approccio che chiama “speed of action” e utilizza le tecnologie SAP per allenare mente e psiche dei giocatori di calcio con l’obiettivo di migliorare la loro capacità e rapidità d’azione. «Lo strato cerebrale del “conscio” lavora prevalentemente sulla lentezza del pensiero ed è indispensabile per le azioni strategiche - spiega Mayer -; lo strato del “subconscio” lavora invece molto velocemente e ci porta a fare le cose in modo automatico. La nostra idea è “formare” gli atleti in modo che il pensiero conscio diventi veloce come il subconscio. L’obiettivo è migliorare il sistema del subconscio perché arrivi a far lavorare meglio il cervello degli atleti in modo che possa pensare velocemente e addirittura agire “automaticamente” anche in situazioni dove è richiesto un pensiero strategico».

Realtà virtuale e aumentata per allenare la mente dei calciatori

Jan Mayer, psicologo sportivo del team calcistico TSG 1899 Hoffenheim Jan Mayer, psicologo sportivo del team calcistico TSG 1899 Hoffenheim «Molti metodi di formazione tradizionali stanno gradualmente raggiungendo i propri limiti, ma c'è ancora molta potenziale nell'ambito delle funzioni esecutive controllate coscientemente dal cervello umano», aggiunge Mayer. «Proprio per questo abbiamo voluto sviluppare un simulatore tecnico di nuova generazione; si tratta di uno schermo a 180 gradi, attraverso il quale con la tecnologia SAP sviluppiamo percorsi di formazione/allenamento personalizzati per gli atleti basati su realtà virtuale e aumentata».

L’ambiente di formazione sviluppato da SAP (chiamato Helix) permette ai giocatori di allenare il campo visivo in modo da prendere decisioni tattiche in poche frazioni di secondo. Durante il tour abbiamo avuto occasione di provare direttamente la tecnologia, scoprendo quando sia complessa un’attività che sembra, a una prima superficiale valutazione, molto banale. L’allenamento prevede che l’atleta, di fronte allo schermo, si comporti come se fosse realmente in campo, monitorando visivamente sia i propri compagni di squadra sia gli avversari, e sottoponendosi a dei test per verificare la propria capacità visiva e abilità di azione/reazione.

A titolo di curiosità possiamo dirvi che i giornalisti che hanno provato la tecnologia sono riusciti a monitorare, lungo tutto il campo da calcio riprodotto virtualmente, solamente un paio dei venti giocatori in campo; un atleta professionista riesce a monitorarne contemporaneamente almeno cinque (i “campioni” arrivano a monitorarne anche più di sette).

«Attualmente le situazioni simulate in campo sono generate automaticamente ed in modo casuale dal sistema - spiega ancora Mayer - ma il prossimo passo è integrare nel simulatore delle selezionate riprese video delle partite giocate in campo per rendere il programma di formazione digitale ancora più realistico e personalizzato».

A completamento del simulatore virtuale, il TSG 1899 Hoffenheim ha implementato anche SAP Sports One, soluzione per la gestione della squadra, la pianificazione degli allenamenti, la verifica dello stato di forma dei giocatori, l’analisi delle prestazioni, ma anche lo scouting e la ricerca dei talenti.

Tifosi e fan sempre “connessi” con la squadra e gli atleti

Il team calcistico tedesco è un cliente di lunga data di SAP (ha già implementato non solo l’ERP ma anche diversi moduli ad hoc per l’ambiente sportivo e la gestione degli eventi come SAP Customer Checkout - per la gestione delle vendite di merchandising e l’analisi in tempo reale dell’andamento delle vendite - e SAP Event Ticketing - per la gestione delle vendite dei biglietti per l’intera stagione con la possibilità di lanciare campagne marketing e di comunicazione); sul fronte del CRM il TSG 1899 Hoffenheim ha scelto la soluzione in cloud SAP Hybris Cloud for Customer (SAP Hybris C4C) per gestire non solo le comunicazioni ma anche tutti i processi che coinvolgono i tifosi, inclusi per esempio gli invii di messaggi via smartphone agli spettatori presenti allo stadio per invitarli in tempo reale ad eventi, vendite promozionali, sessioni di incontro con gli atleti per gli autografi e via dicendo.

Il prossimo passo è quello di sfruttare le potenzialità della realtà aumentata per proporre questi servizi via mobile ai fan (per esempio mostrando l’eCommerce della squadra quando un tifoso fotografa il suo atleta preferito che sta giocando in campo).


TAG: CRM, Virtual Reality, Augmented Reality, sport, calcio, Hoffenheim, SAP Hybris


iscriviti alla newsletter

White Paper


iscriviti newsletter